Superbike Phillip Island Prove 1: Fabrizio da record

Superbike Phillip Island Prove 1: Fabrizio da record

Vola la RSV4 di Michel, a terra i piloti Ducati Alstare

Commenta per primo!

Con l’inaugurale sessione di prove libere al Phillip Island Grand Prix Circuit è iniziata ufficialmente la 26esima stagione del Mondiale Superbike, la prima sotto l’ala del nuovo promoter Dorna Sports. Con 21 piloti in pista grazie all’apporto di due wild card locali, le prove del venerdì mattina iniziate con 10 minuti di ritardi complici le numerose cadute (ben 12 con 5 esposizioni della bandiera rossa) nella precedente sessione riservata alla Supersport hanno proiettato al comando della graduatoria dei tempi Michel Fabrizio, passato quest’anno al team Red Devils Roma con una competitiva Aprilia RSV4 Factory. Il pilota capitolino, già velocissimo nella doppia-sessione di test pre-gara dei giorni scorsi, si è confermato ad altissimi livelli staccando il miglio riferimento cronometrico in 1’31″218, sotto al primato sul giro in gara di Max Biaggi dello scorso anno (1’31″785), poco più di 3/10 rispetto alla Superpole record del 2011 di Carlos Checa in 1’30″882. Con un tempo da terza fila in MotoGP favorito indubbiamente dal nuovo asfalto del tracciato di Victoria, “Uragano Mich” ha lasciato ad oltre mezzo secondo (!) i due Leon del Mondiale Superbike, Haslam (2° con la Fireblade Ten Kate vestita dei colori Pata Honda) e Camier, terzo con la Suzuki GSX-R 1000 Yoshimura del team Crescent. Nonostante questa performance di rilievo dell’ex Campione Europeo Superstock 1000 vi sono ben 9 piloti racchiusi in meno di 1″, tra questi non poteva mancare il designato “erede” di Max Biaggi al team ufficiale Aprilia Sylvain Guintoli, 4° a precedere le due BMW S1000RR HP4 di Chaz Davies e Marco Melandri (rispettivamente 5° e 6°) con il vice-Campione del MondO Tom Sykes settimo seppur non al meglio per il recente infortunio al radio del posto sinistro. Carlos Checa scivolato alla Siberia La top-10 premia anche Jonathan Rea, 8° con la seconda Pata Honda, ed il “mattatore” degli ultimi anni a Phillip Island (4 vittorie nelle ultime 5 gare disputate nel triennio 2010-2012) Carlos Checa, incappato in sella alla Ducati 1199 Panigale R del rientrante Team Alstare in una scivolata alla “Siberia” risoltasi senza conseguenza, medesima sventura occorsa in contemporanea al proprio compagno di squadra Ayrton Badovini all’altezza della velocissima “Swan Corner” che immette sul rettifilo dei box. A completare la top-10 con un distacco di poco superiore al 1″ figura Davide Giugliano con la RSV4 del team Althea, seguito nell’ordine da Eugene Laverty (Aprilia Factory) e dalla wild card d’eccezione Jamie Stauffer, bi-Campione Australian Superbike iscritto con la Fireblade del Team Honda Racing, buon dodicesimo a precedere il rientrante Max Neukirchner (OK dopo il volo di lunedì scorso), Ivan Clementi (con la BMW dell’esordiente HTM Racing), Alexander Lundh, Loris Baz e l’altra wild card Glenn Allerton. Chiudono la classifica i nostri Vittorio Iannuzzo (Grillini BMW) e Federico Sandi (Kawasaki Pedercini) preceduti dal già menzionato Ayrton Badovini in diciottesima posizione. Nel pomeriggio alle 15:30 locali il primo turno di qualifiche ufficiali. eni FIM Superbike World Championship 2013 Phillip Island, Classifica Prove Libere 1 01- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – 1’31.218 02- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.510 03- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.585 04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.746 05- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.828 06- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.839 07- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.895 08- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.940 09- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.953 10- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.097 11- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.121 12- Jamie Stauffer – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.294 13- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.522 14- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR – + 1.534 15- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.648 16- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.664 17- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 1.717 18- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.788 19- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.954 20- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 2.255 21- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.095

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy