Superbike Phillip Island: problemi tecnici per Broc Parkes

Superbike Phillip Island: problemi tecnici per Broc Parkes

Domenica da dimenticare per Parkes sul tracciato di casa

A Phillip Island nel 2001 Broc Parkes mostrò il proprio talento per la prima volta, cogliendo con la Ducati 996 privata del team NCR un’incredibile quinta posizione sotto il diluvio universale. Otto anni più tardi l’australiano sul tracciato di casa, sempre in Superbike, si ritrova a bocca asciutta, non riuscendo a conquistare alcun punto con la Kawasaki ZX-10R ufficiale schierata dal Paul Bird Motorsport. L’ex protagonista della Supersport con Honda Ten Kate e Yamaha ha infatti portato a casa soltanto un 18° posto nella seconda manche, alle prese con una Ninja Superbike inguidabile con la quale non è riuscito a dare un seguito all’eccellente 16° posizione nelle qualifiche.

In Gara 1 abbiamo avuto problemi, credo, di frizione“, spiega Broc Parkes. “Prima di sentire quei problemi stavo guidando piuttosto bene, mi sentivo a mio agio in sella. Parlando invece della seconda manche, ho commesso un errore al via e dopo pochi giri la moto era inguidabile, c’era pareccio chattering e continuare era quasi impossibile. Ho voluto in ogni caso concludere la gara così da fornire alla squadra elementi utili per definire il miglior set-up in vista del Qatar“.

Fa riflettere come la Kawasaki, delle sette case costruttrici rappresentate nel Mondiale Superbike, sia stata l’unica a non aver conquistato nemmeno un punto utile per la classifica…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy