Superbike Phillip Island Gara 1: Haslam vince di 4 millesimi

Superbike Phillip Island Gara 1: Haslam vince di 4 millesimi

Solo il photofinish lo vede prevalere su Fabrizio

Commenta per primo!

Leon Haslam, pilota Suzuki Alstare, vince la gara inaugurale della stagione 2010 sul tracciato di Phillip Island, Australia. Primo sigillo per l’inglese, con la quattro cilindri di Hamamatsu che non vinceva dalla gara di Misano 2008. “Pocket Rocket”, che partiva dalla prima casella dello schieramento, ha condotto le danze per tutta la durata della manche: a dispetto delle attese, non è stato semplice per il britannico tagliare il traguardo in prima posizione, tanto che per decretare il vincitore si è dovuto ricorrere allo strumento del photo finish.

Il numero 91 del team di Francis Batta è stato incalzato infatti fino alla fine da Michel Fabrizio con la Ducati ufficiale il quale, dopo una traiettoria sbagliata da parte dell’inglese nell’ultimo giro, ha avuto la più che concreta possibilità di compiere il colpaccio, sfumato per soli quattro impercettibili millesimi di secondo.

I due, assieme all’altro pilota Ducati Xerox Noriyuki Haga, in non perfette condizioni fisiche a causa del tamponamento subito dallo spagnolo Ruben Xaus (quest’ultimo non al via per un leggero trauma cranico conseguenza dell’incidente) nel warm up, hanno costituito un terzetto che ha preso il largo sugli avversari già nelle prime fasi di gara. Con un crescendo di tensione, la vittoria si è decisa all’ultimo momento disponibile in quello che, in termini di distacco cronometrico, è stato il finale più combattuto di sempre, con il record precedente stimato a cinque millesimi e relativo alla gara di Monza stagione ’97, e sempre sullo stesso circuito e proprio a Phillip Island nell’annata ’99.

Se la manche è stata combattuta per le posizioni da podio, lo stesso si può dire per le successive quattro, con l’alfiere Honda Ten Kate, Jonathan Rea, capace di ottenere il quarto posto finale ai danni del nostro Max Biaggi con l’Aprilia Alitalia, dell’altro pilota Suzuki Alstare Sylvain Guintoli e dello spagnolo Carlos Checa con la Ducati Althea Racing.

I quattro hanno viaggiato per diversi giri in gruppo assieme ad altri due piloti: il ceco Jakub Smz con la Ducati satellite B&G, ottavo al traguardo ma in crisi nelle ultime tornate e al secondo pilota Aprilia ufficiale, l’inglese Leon Camier, auto eliminatosi al sedicesimo giro a causa di un lungo senza conseguenze, durante il tentativo di un sorpasso. Completano la top 10 l’unico pilota BMW ufficiale in pista, l’australiano Troy Corser, e l’italiano Lorenzo Lanzi autore di una splendida prova con la bicilindrica preparata dal team veneto DFX Corse.

Prima manche disastrosa per il team Yamaha Sterilgarda, con il due volte iridato Superbike James Toseland fuori dai giochi già al terzo giro a causa di un’imbarcata con successivo high-side alla Lurkey Heights, mentre per il compagno di squadra Cal Crutchlow, la scivolata tre giri più tardi, al tornatino Honda, ha decretato la fine dei sogni da podio per il pilota di Coventry, che viaggiava in quinta posizione. Sempre nella stessa curva pochi giri prima aveva perso l’anteriore il pilota di casa Chris Vermeulen con la Kawasaki ufficiale. Ritirato l’altro australiano Joshua Brookes, sostituto di Broc Parkes in sella alla CBR 1000RR messa in pista dal team Echo CRS.

HANNspree Superbike World Championship 2010
Phillip Island, Classifica Gara 1

01- Leon Haslam – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – 22 giri
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10 – + 0.004
03- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F10 – + 0.769
04- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 10.201
05- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 10.782
06- Sylvain Guintoli – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.079
07- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 F10 – + 11.208
08- Jakub Smrz – Team Bata B&G Racing – Ducati 1198 RS – + 16.522
09- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 20.291
10- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 RS – + 26.352
11- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 29.775
12- Max Neukirchner – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 30.155
13- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 31.951
14- Shane Byrne – Althea Racing – Ducati 1198 F10 – + 31.957
15- Andrew Pitt – Team Reitwagen BMW – BMW S1000RR – + 55.082
16- Vittorio Iannuzzo – S.C.I. Honda Garvie Image – Honda CBR 1000RR – + 1’10.932
17- Matteo Baiocco – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1’11.237
18- Roger Hayden – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1’17.357

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy