Superbike Nurburgring Superpole: pole e record per Checa

Superbike Nurburgring Superpole: pole e record per Checa

Eugene Laverty, Biaggi e Melandri in prima fila

Commenta per primo!

La Superpole sul tracciato del Nurburgring è stata una questione a senso unico, ed il dominatore assoluto è stato, ovviamente, Carlos Checa (Ducati Althea Racing). Per l’esperto pilota catalano si tratta della quinta pole position stagionale su dieci round, la settima in carriera. Le prime avvisaglie c’erano già state al termine del secondo turno di libere, quando il pilota catalano ha fatto segnare un tempo già vicino al record della pista, con gomma morbida da gara. Una volta entrato nella Superpole, il “Toro” ha fatto lo stretto necessario per assicurarsi la prima casella della griglia di partenza: un giro lanciato e ritorno al box. Nella Superpole 3, utilizzata finalmente la gomma da tempo, Checa ha inoltre riscritto il record del tracciato, grazie ad uno splendido 1’54.144.

Gli avversari per il titolo non si sono fatti trovare impreparati, visto il terzo posto finale di Max Biaggi (Aprilia Alitalia) ed il quarto di Marco Melandri (Yamaha World Superbike). Entrambi i piloti sono stati preceduti da Eugene Laverty, che ha concluso al secondo posto in tutti e tre i turni. Per quanto concerne il “Corsaro”, la terza casella dello schieramento di partenza è un risultato più che soddisfacente, vista la contusione alla caviglia sinistra rimediata nella giornata di ieri.

La seconda fila sarà invece aperta da Noriyuki Haga (PATA Aprilia Racing), finalmente in grado di sfruttare il potenziale della sua RSV4 anche in qualifica, su un tracciato che lo ha visto 3 volte vincitore su un totale di sei gare disputate. Il giapponese sarà affiancato dall’inglese Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), da Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) e dal francese Sylvain Guintoli (Ducati Effenbert Liberty Racing). Nonostante i buoni propositi della vigilia, Jonathan Rea (Castrol Honda) non è andato oltre la nona posizione, precedendo Jakub Smrz (Ducati Effenbert Liberty Racing), Mark Aitchison (Kawasaki Pedercini) e Michel Fabrizio (Suzuki Alstare). Tra i delusi di giornata ci sono sicuramente Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia), tredicesimo, e Leon Camier (due posizioni più in su).

Superpole 1 – Carlos Checa (1’54.641)

Al primo giro lanciato cade Michel Fabrizio (Suzuki Alstare), scivolato mentre seguiva Carlos Checa. Proprio lo spagnolo ottiene il miglior crono con gomma morbida da gara, facendo segnare uno stratosferico 1’54.641, rientrando prontamente ai box subito dopo. Dietro al leader della classifica si piazza Eugene Laverty, seguito da Max Biaggi e Marco Melandri. Si calmano le acque tra i primi cinque, abbastanza sicuri di aver accesso al secondo mini-turno, tra i quali spicca Mark Aitchison col quinto crono (concluderà poi decimo). Dopo esser tornato ai box, Fabrizio torna in sella e a due minuti dal termine fa segnare l’ottavo tempo, ma viene sopravanzato da Haslam e Rea, ed a causa della qualificazione in extremis di Guintoli (secondo tempo) conclude dodicesimo e si qualifica per il rotto della cuffia. Restano fuori dalla Superpole 2 dunque Leon Camier (Aprilia Alitalia), Maxime Berger (Ducati Supersonic Racing), Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) e Joan Lascorz (Kawasaki Racing Team).

Superpole 2 – Carlos Checa (1’54.709)

Niente di nuovo per quanto riguarda la prima posizione: Carlos Checa ottiene di nuovo il primo tempo, con una facilità disarmante. Dietro di lui conclude ancora una volta Eugene Laverty, questa volta seguito dal compagno di squadra Marco Melandri. Noriyuki Haga è quarto davanti a Max Biaggi, Sylvain Guintoli, Tom Sykes e Leon Haslam. Nonostante un ultimo tentativo, Jonathan Rea (Castrol Honda) si ritrova come ultimo degli esclusi, per soli 46 millesimi di secondo. Dietro di lui, in decima posizione, conclude Jakub Smrz (Ducati Effenbert Liberty Racing), seguito dall’australiano Mark Aitchison (Kawasaki Pedercini) e da Michel Fabrizio (Suzuki Alstare).

Superpole 3 – Carlos Checa (1’54.144)

Il nuovo record del circuito del Nurburgring era solo una questione di tempo, ed infatti è arrivato: 1’54.144 fatto segnare, ovviamente, da Carlos Checa. Così come negli altri due mini-turni ad ottenere la seconda posizione, in questo caso definitiva sulla griglia di partenza, è stato Eugene Laverty, che ha fatto meglio sia di Max Biaggi che del compagno di squadra Marco Melandri. Aprirà la seconda fila Noriyuki Haga (PATA Aprilia), seguito da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), Leon Haslam (BMW Motorrad Motosport) e Sylvain Guintoli (Ducati Effenbert Liberty Racing).

Superbike World Championship 2011
Nurburgring, Classifica Tissot-Superpole (SP3)

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 1’54.144
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.368
03- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.599
04- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 0.674
05- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory – + 0.969
06- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.079
07- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 1.093
08- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 1.105

La Griglia di Partenza

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
02- Eugene Laverty – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
03- Max Biaggi – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
04- Marco Melandri – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
05- Noriyuki Haga – Pata Racing Team Aprilia – Aprilia RSV4 Factory
06- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
07- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
08- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
09- Jonathan Rea – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR
10- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
11- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
12- Michel Fabrizio – Team Suzuki Alstare – Suzuki GSX-R 1000
13- Leon Camier – Aprilia Alitalia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
14- Maxime Berger – Supersonic Racing Team – Ducati 1198
15- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
16- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
17- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
18- James Toseland – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
19- Roberto Rolfo – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
20- Makoto Tamada – Castrol Honda – Honda CBR 1000RR

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy