Superbike Mosca Qualifiche 2: Giugliano resta al vertice

Superbike Mosca Qualifiche 2: Giugliano resta al vertice

Checa 2°, Biaggi risale ed è 4° con Melandri 7°

Commenta per primo!

Il secondo turno di qualifiche Superbike al Moscow Raceway ha visto condizioni meteorologiche perlopiù stabili, ad eccezione della parte finale nella quale sono scese gocce di pioggia scesa nella seconda parte del turno prima soltanto nel primo settore della pista, successivamente anche nel quinto. A dare lo stop momentaneo alle operazioni ci ha però pensato una bandiera rossa a tredici minuti del termine, sicuramente non esposta per problemi tecnici o cadute, bensì per un’assenza di comunicazione tra le varie radio dei commissari in pista. E’ stata comunque una piccola pausa che non ha intralciato eccessivamente il lavoro dei piloti, che poco dopo hanno ripreso la via del tracciato per dare l’assalto alla top-16 che garantisce l’accesso alla Superpole del pomeriggio.

A conclusione della sessione il miglior tempo è rimasto il 1’35.074 fatto segnare ieri da Davide Giugliano (Ducati Althea Racing), sempre seguito dal compagno di squadra e campione in carica Carlos Checa. Al terzo posto è salito Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) seguito dal leader della classifica Max Biaggi (Aprilia Racing Team), abile nell’essere velocissimo sin dall’inizio per evitare guai determinati dalle condizioni meteo e non rischiare così l’esclusione dalla Superpole.

Il pilota romano ha preceduto Sylvain Guintoli (PATA Racing Team Ducati), Chaz Davies (ParkinGO MTC Aprilia), Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport), John Hopkins (FIXI Crescent Suzuki), risalito nel finale dopo che era rimasto a lungo fuori dai primi sedici, Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike), alla sua prima qualificazione in Superpole, Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) e Lorenzo Zanetti, secondo pilota del PATA Racing Team Ducati.

Completano il novero dei qualificati Leon Haslam, secondo alfiere del team ufficiale BMW, Jonathan Rea (Honda World Superbike), David Salom (Kawasaki Team Pedercini), Niccolò Canepa (Red Devils Roma Ducati) ed il francese Loris Baz (Kawasaki Racing Team), vincitore di gara 1 nell’ultimo round di Silverstone. Primo degli esclusi, a sorpresa, è Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet), il quale era riuscito ad acciuffare nei secondi finali l’ultima piazza disponibile per la qualificazione prima di essere estromesso del tempo di “Hopper”.

Fuori anche Leon Camier (FIXI Crescent Suzuki), che partirà quindi domani dalla diciottesima posizione seguito da Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet), che completa un sabato disastroso per il team gestito da Serafino Foti, con ai due ultimi posti la coppia di debuttanti del Team Pedercini composta in ordine dallo svedese Alexander Lundh e dal sudafricano David McFadden.

eni FIM Superbike World Championship 2012
Moscow International Raceway, Classifica Combinata Qualifiche

01- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – 1’35.074
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.148
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.329
04- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.360
05- Sylvain Guintoli – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 0.445
06- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.502
07- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.698
08- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.753
09- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.829
10- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.866
11- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – + 0.906
12- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 0.915
13- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.987
14- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.030
15- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 1.069
16- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.100
17- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 1.108
18- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.163
19- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 1.252
20- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.089
21- David McFadden – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.298

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy