Superbike Mosca Qualifiche 1: 0″048 tra Sykes e Giugliano

Superbike Mosca Qualifiche 1: 0″048 tra Sykes e Giugliano

Marco Melandri è 3°, si riconferma ad alti livelli Checa

Commenta per primo!

Un avvincente “testa a testa” ha caratterizzato la prima sessione di qualifiche ufficiali della Superbike al Moscow Raceway. Nei conclusivi 10 minuti di attività del venerdì pomeriggio Tom Sykes e Davide Giugliano si sono alternati al comando della graduatoria dei tempi fino all’ormai consueto “time attack” del capoclassifica di campionato, in grado di fermare i cronometri sull’1’35″567 proprio all’esposizione della bandiera a scacchi. “Mister Superpole” prenota così l’ennesimo exploit del sabato (sei pole consecutive finora, a -1 dal record di Ben Spies del 2009), ma soprattutto a rafforzare la propria leadership nel mondiale considerati i problemi fisici (lussazione alla spalla destra con interessamento della cartilagine) del suo più diretto inseguitore Sylvain Guintoli, soltanto quattordicesimo in graduatoria a 1″2 dalla vetta e con sole 11 tornate del Moscow Raceway all’attivo.

Con l’esperto pilota francese in difficoltà, Aprilia fa affidamento su un Davide Giugliano che conferma quanto di buono espresso ad Imola: a lungo in cima al monitor dei tempi, secondo nel finale preceduto per l’inezia di 48 millesimi da Sykes, ma con positive premesse per un nuovo weekend da protagonista. Il tricolore in evidenza grazie all’attuale portacolori Althea Racing, ma anche con Marco Melandri, il più veloce nelle libere della mattinata e terzo nelle prime qualifiche vantando trascorsi favorevoli sul tracciato russo, in trionfo lo scorso anno in Gara 2 lasciando Mosca da capoclassifica di campionato.

L’alfiere del BMW Motorrad GoldBet SBK Team archivia la giornata del venerdì con buoni riscontri seppur scontando 3/10 dalla vetta e con un esiguo margine rispetto a Carlos Checa, quarto assoluto con la Ducati 1199 Panigale R del Team Ducati Alstare, medesimo piazzamento conseguito nella mattinata. Il Campione del Mondo 2011 fa volare la bicilindrica (priva di air restrictor) di Bologna tenendo testa ad Eugene Laverty, Leon Camier e Jonathan Rea, con quest’ordine dalla quinta alla settima piazza a preceere Michel Fabrizio (8°), Loris Baz (9°) e Chaz Davies (10°).

Se Jules Cluzel, poleman lo scorso anno a Mosca in Supersport, undicesimo è l’ultimo dei piloti racchiusi in meno di 1″ (nello specifico in 737 millesimi), Ayrton Badovini ha concluso tredicesimo e l’ultimo dei nostri portabandiera attualmente qualificati per la Superpole: esclusi al momento Federico Sandi, Vittorio Iannuzzo e l’esordiente Lorenzo Savadori, promosso per l’occasione dalla Superstock 1000 al Mondiale Superbike dal Team Pedercini in sostituzione dell’infortunato Alexander Lundh, ma con soli 5 giri all’attivo a causa di un problema tecnico alla propria Kawasaki Ninja ZX-10R #25. Domattina la seconda sessione di qualifiche ufficiali che eleggerà i 15 piloti ammessi alla Superpole in programma alle 15:00 locali, le 13:00 italiane.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Moscow Raceway, Classifica Qualifiche 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’35.567
02- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.048
03- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.324
04- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.354
05- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.397
06- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.446
07- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.517
08- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.595
09- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.693
10- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.736
11- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.737
12- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 1.018
13- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.220
14- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 1.253
15- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.314
16- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 2.481
17- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 3.512
18- Lorenzo Savadori – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.937

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy