Superbike Miller Superpole: Ben Spies, e sono sette pole!

Superbike Miller Superpole: Ben Spies, e sono sette pole!

Settima pole position consecutiva, fuori Biaggi alla SP2

Commenta per primo!

Sette gare, sette pole position. Al debutto. Ben Spies non poteva esimersi dal conquistare anche all’appuntamento di casa della Superbike al Miller Motorsports Park nei pressi di Salt Lake City la Superpole, non trovando nessuno in grado di contrastare il suo 1’48″344, spiccando nel momento più opportuno prima che la pista risultasse più lenta ed il suo tempo inavvicinabile per gli avversari. Il texano d’adozione si è visto servire su di un piatto d’argento questa Superpole anche da un breve scroscio di pioggia, giunto all’impianto dello Utah proprio negli istanti conclusivi della Superpole 3, mettendo così in “conserva” una prestazione che risulta il miglior veicolo promozional-pubblicitario per invitare la gente ad assistere all’unico round negli States del Mondiale Superbike.

Quanto agli altri avversari, è stata la Superpole degli esclusi eccellenti e di alcuni piacevoli ritorni. Tra questi c’è quello della Honda, seconda con Carlos Checa e terza con Ryuichi Kiyonari, con Michel Fabrizio quarto a chiudere una prima fila che non vedere Noriyuki Haga. Il leader e dominatore della classifica di campionato è solo nono, escluso dalla Superpole-3 complice la caduta della mattinata. Una scivolata ha invece giocato contro Max Biaggi, veloce ieri nelle prime qualifiche, solo 16° in griglia per un errore in ingresso della chicane in discesa del Miller Motorsports Park: costretto a correre per rientrare ai box, il “Corsaro” non è andato al di là del 16° crono, preceduto anche da un eccezionale Luca Scassa, 15° con la Kawasaki del team Pedercini.

Le verdone di Akashi sono andate molto bene a Miller, con tutte qualificate in Superpole e i due piloti ufficiali, Broc Parkes e l’esperto Jamie Hacking (sostituto di Makoto Tamada) rispettivamente settimo e ottavo preceduti dalle Ducati private di Jakub Smrz e Shane Byrne, a sua volta protagonista di una scivolata nella prima mini-sessione. Fuori dai 20 eletti invece la BMW, che in concomitanza nell’IDM Superbike ha fatto registrare la prima pole della sua storia con Werner Daemen: qualcosa a Monaco di Baviera non torna, dato che è inaccettabile vedere uno specialista del giro singolo come Troy Corser fuori dalla Superpole.

HANNspree Superbike World Championship 2009
Salt Lake City, La Griglia di partenza

01- Ben Spies – Yamaha World Superbike Team
02- Carlos Checa – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
03- Ryuichi Kiyonari – Ten Kate Honda Racing – Honda CBR 1000RR
04- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F09
05- Jakub Smrz – Guandalini Racing – Ducati 1198 RS
06- Shane Byrne – Team Sterilgarda – Ducati 1198 RS
07- Broc Parkes – Kawasaki World Superbike Racing Team – Kawasaki ZX 10R
08- Jamie Hacking – Kawasaki World Superbike Racing Team – Kawasaki ZX 10R
09- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F09
10- Shinya Nakano – Aprilia Racing – Aprilia RSV4 Factory
11- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR
12- Leon Haslam – Stiggy Racing Honda – Honda CBR 1000RR
13- Yukio Kagayama – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9
14- Fonsi Nieto – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9
15- Luca Scassa – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R
16- Max Biaggi – Aprilia Racing – Aprilia RSV4 Factory
17- Gregorio Lavilla – Guandalini Racing – Ducati 1198 RS
18- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R
19- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 RS
20- Karl Muggeridge – Celani Racing – Suzuki GSX-R 1000 K9
21- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
22- Tom Sykes – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1
23- Jake Zemke – Stiggy Racing Honda – Honda CBR 1000RR
24- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
25- Tommy Hill – Honda Althea Racing – Honda CBR 1000RR
26- Erwan Nigon – Yamaha France GMT 94 Ipone – Yamaha YZF R1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy