Superbike Miller Gara 1: Checa su Melandri, Biaggi 3°

Superbike Miller Gara 1: Checa su Melandri, Biaggi 3°

Biaggi completa il podio davanti a Rea

Commenta per primo!

Il Miller Motorsports Park di Tooele, Utah, si conferma il regno di Carlos Checa. Il Campione in carica del Mondiale Superbike ha conquistato infatti la vittoria nella gara 1 appena conclusa, grazie ad una condotta praticamente impeccabile in una corsa non certo semplice. Il “Toro” infatti si è trovato a fare i conti con un Marco Melandri  ben lontano dall’essere arrendevole, il quale gli ha messo pressione fino all’ultimo giro nel tentativo di indurlo in errore. I due piloti hanno viaggiato sul filo dei centesimi di secondo facendo ad elastico giro dopo giro, restando sempre racchiusi in un gap tra i sei decimi di secondo ed il secondo e due. Il pilota catalano è stato però bravo a mantenere alta la concentrazione ed a non permettere all’alfiere BMW Motorrad Motorsport di rientrare, vista l’evidente superiorità delle 4 cilindri sulle bicilindriche sul lungo rettilineo d’arrivo.

A completare il podio troviamo Max Biaggi (Aprilia Racing Team), che grazie a questo risultato mantiene momentaneamente la leadership in classifica in attesa di gara 2. Il pilota romano è riuscito a compiere un’ottima prova e ad avere la meglio su un Jonathan Rea (Honda World Superbike) più combattivo che mai fino alla bandiera a scacchi. Dopo il sorpasso subito ad inizio del sedicesimo passaggio alla “Sunset Bend”, il nord-irlandese non è stato in grado di sopravanzare l’italiano nonostante gli innumerevoli tentativi compiuti. Bella battaglia in pista anche per quanto concerne la quinta piazza, ottenuta da Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) dopo una bella battaglia con l’autore della pole Jakub Smrz (Team Effenbert – Liberty Racing), non performante quanto in qualifica ed in difficoltà soprattutto nella prima parte della corsa. Problemi di aderenza per Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), ottavo al traguardo e preceduto da un ottimo Chaz Davies (ParkinGO MTC Aprilia). The “Grinner” dopo un’ottima partenza che lo ha visto transitare in testa alla prima curva, ha visto calare il proprio passo considerevolmente dopo pochi giri non riuscendo a stare col pacchetto di testa.

A completare la top ten troviamo Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) ed il compagno di squadra Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport). Da segnalare le cadute per i nostri Niccolò Canepa (Red Devils Roma Ducati), scivolato alla “First Attitude” nella prima parte della corsa, e Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team Aprilia), a terra al “Black Rock Hairpin”. Scivolata anche per John Hopkins nel cambio di direzione che porta dalla “Witchcraft” alla “First Attitude”, per Leandro Mercado alla “Release”, ultima curva prima del traguardo e per Jake Holden, sostituto di Mark Aitchison in questo round per il Team BMW Grillini Progea Superbike, alla “Knock Out”.

Cronaca di gara

il gruppo parte compatto con Sykes che transita primo, davanti a Checa, Melandri,  Rea, Smrz, Davies e Biaggi. Sorpasso di Laverty su Giugliano per la nona posizione, mentre Checa si fa sotto a Melandri per il secondo posto momentaneo.  Sykes prova a scappare via e Biaggi recupera una posizione ai danni di Chaz Davies. Melandri è più lento degli inseguitori in queste prime fasi facendo da tappo  e permettendo a “The Grinner” di guadagnare terreno ed ai rivali dietro di lui di compattarsi. Jonathan Rea affianca Checa sul rettilineo ad inizio del terzo passaggio e lo sopravanza, ma nella percorrenza della “Sunset Bend” va leggermente largo ed è costretto a cedere nuovamente la posizione. Biaggi continua il recupero e ha la meglio su uno Smrz in difficoltà. Rea ripete lo stesso tipo di manovra un passaggio più tardi sul campione in carica e questa volta ci riesce, almeno per un paio di curve. Laverty nello stesso punto è autore di un lungo dal quale ne esce senza perdere eccessivo terreno.

Fabrizio dopo una partenza non perfetta recupera il passo e sopravanza il compagno di squadra Badovini. Ad inizio del quinto giro un tentativo aggressivo di Checa su Sykes fa perdere all’inglese altre due posizioni dopo che “The Grinner” aveva lasciato la leadership da Melandri al termine del rettilineo di arrivo. Inizia la bagarre che vede portagonisti Checa, Rea e Biaggi. Il trio, assieme a Melandri, sembra riusciere a guadagnare un po’ di vantaggio sul quinto classificato, Sykes,  nel corso del passaggio numero sei. Il pilota Kawasaki Racing Team è in netta difficoltà e deve cedere il passo anche a Laverty. La lotta per la leadership sembra diventare una questione a due tra Melandri e Checa ma nella secona parte della pista Rea e Biaggi si rifanno sotto. Caduta di Canepa alle Attitudes “9”, mentre il “Toro” conquista la testa della corsa e guadagna sin da subito un piccolo vantaggio. Scivolata di Hopkins giro 9 all’ingresso della prima della “Attitudes”. Giro più veloce di Checa con un tempo di 1’48.971 contro l’1.49.7 di Melandri: questo permette allo spagnolo di riaprire nuovamente un gap, ricucito subito dal ravennate. Lotta per la terza posizione tra Rea e Biaggi, con il britannico che viene pressato dal “Corsaro” senza che quest’ultimo riesca ad avere la meglio.

Il forcing di Checa è costante e Melandri non sembra riuscire a tenere il passo, perdendo tre decimi al giro e vedendo il rivale scappare via a poco a poco. Michel Fabrizio recupera su Haslam e Davies per l’ottava posizione mentre si arriva al giro di boa della gara. Melandri recupera 2 decimi su Checa, Zanetti termina la sua gara con una caduta al “Black Rock Hairpin”. Nuovo giro più veloce di Carlos Checa al tredicesimo passaggio che lima di qualche millesimo quello fatto segnare in precedenza e ristabilisce il gap con il #33, lo spagnolo riprende nuovamente a spingere e ad allungare. Caduta per Jake Holden alla “Knock Out”, tornata numero 15, mentre poco dopo è il turno di Mercado alla “Release”. Nuovo passaggio record per Checa, ottenuto non senza qualche rischio. Dopo un lungo pressing, Biaggi sopravanza Rea al termine del rettilineo d’arrivo concretizzando la manovra alla “Sunset Bend” ed è terzo.

Continua la battaglia sui decimi di secondo tra i primi due classificati mentre si entra nella parte finale della corsa. Marco Melandri, al passaggio 17 di 21, riesce a far segnare il nuovo giro più veloce e riduce lo svantaggio su Checa, il quale replica poco dopo e riporta il gap ad un secondo. E’ una battaglia di nervi in pista, tre coppie di piloti si contendono le prime sei posizioni. Per la terza piazza la bagarre è tra Biaggi e Rea, mentre per la quinta posizione troviamo Laverty e l’autore della pole Smrz. Niente da fare per Melandri, Checa vince davanti al romagnolo con Biaggi che ha la meglio in volata su Rea e conquista la terza piazza del podio. Quarto posto per Laverty che precede Smrz, Davies Sykes e Fabrizio. Decima posizione Haslam a precedere Giugliano.

eni FIM Superbike World Championship 2012
Miller Motorsports Park, Classifica Gara 1

01- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 21 giri in 38’21.283
02- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 2.313
03- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 5.338
04- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 5.517
05- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 12.201
06- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 13.262
07- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 19.662
08- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 21.292
09- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 21.450
10- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 23.433
11- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 23.696
12- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 24.752
13- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 29.400
14- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 31.222
15- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 32.966
16- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 35.409
17- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 52.153
18- Shane Turpin – Boulder Motor Sports – Ducati 1198 – a 1 giro
19- Jake Holden – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – a 1 giro

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy