Superbike: Michel Fabrizio supera gli ostacoli a Miller

Superbike: Michel Fabrizio supera gli ostacoli a Miller

Termina in quinto in Gara 2 dopo una bella rimonta

Febbre alta, Superpole da dimenticare (15°), una rovinosa caduta in Gara 1 dovuta ad una manovra un pò troppo sopra le righe di Ruben Xaus. Nonostante questi ostacoli da superare, Michel Fabrizio al Miller Motorsports Park è riuscito a trovare forza e determinazione dando vita ad una seconda manche spettacolare.

In rimonta dalla quarta fila dello schieramento il pilota romano, con un passo gara da podio, ha concluso in quinta posizione, guadagnando punti importanti per una classifica che lo vede attualmente all’ottavo posto. Con Misano Adriatico in vista, l’unico portacolori del Team Suzuki Alstare continua a portare la GSX-R 1000 nelle posizioni di vertice, confermandosi tra i piloti più convincenti del momento nel Mondiale Superbike.

Sono deluso per non aver avuto la possibilità di concludere la prima manche“, spiega Michel Fabrizio. “Non ho potuto fare nulla per evitare l’incidente, ho sentito un colpo da dietro e mi sono ritrovato a terra. E’ stata una brutta botta, perchè Ruben (che si è scusato pubblicamente, ndr) mi ha colpito, sono volato in aria e caduto sul fianco sinistro.

Non ho preso antidolorifici per la seconda manche: volevo che questo dolore si trasformasse in rabbia! Credo di esserci riuscito, perchè nonostante una brutta partenza già all’undicesimo giro ero alle spalle di Eugene Laverty in 5° posizione. Ho fatto di tutto per raggiungerlo, ma non c’è stata questa possibilità.

Sono comunque contento per questa performance, partire 15° e ritrovarmi a ridosso del quarto posto è senza dubbio una bella soddisfazione in vista di Misano Adriatico“.

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy