Superbike: Max Neukirchner torna a Portimao, anzi no

Superbike: Max Neukirchner torna a Portimao, anzi no

È giallo sul ritorno in sella del pilota tedesco

Commenta per primo!

Ciò che certo è che Max Neukirchner non sarà al via dell’ultimo round WSBK in programma il prossimo 25 ottobre sul tracciato di Portimao. Sul suo effettivo ritorno in sella, invece,  si è aperto un giallo alimentato da dichiarazioni e pareri medici contrastanti: da una parte il pilota stesso che un paio di giorni fa ha annunciato sul suo sito che, dopo l’ok dei medici tedeschi, prenderà parte ai test che si svolgeranno sul tracciato portoghese la settimana successiva all’ultimo gran premio stagionale, dall’altra il Team Suzuki Alstare stupito nel leggere le parole di Max dopo che i medici italiani nel controllo di Imola avevano previsto altri quattro-sei mesi di recupero per lui.

“Dopo una visita approfondita i medici dell’ospedale di Chemnitz hanno attestato che Max potrà prendere parte si prossimi test di Portimao il 26 ottobre 2009 senza riserve mediche.”, si legge su Max76.com, I medici curanti sono soddisfatti del recupero dopo gli infortuni“. Neukirchner si dice felice del responso dei sanitari e pronto a riprendere l’allenamento nelle tre settimane che lo separano dal ritorno in sella.

Di parere diametralmente opposto sembravano invece i medici italiani della Clinica Mobile che hanno visitato Max durante l’ultima prova italiana del mondiale Superbike. “Al recente check-up medico effettuato a Imola, i medici Costa, Corbascio e il neuro-chirurgo professor Bollini hanno dichiarato che non si sarebbero presi la responsabilità di far tornare a correre Max quest’anno.” è quanto riporta il comunicato stampa diramato del team Alstare per manifestare il proprio stupore nel leggere ciò che ha dichiarato dal pilota. “I medici hanno aggiunto che i tempi di recupero di Max dovrebbero aggirarsi tra i quattro e i sei mesi e che, solo dopo questo periodo, sarebbero stati in grado di dare la loro opinione sulla salute di Max e sulla possibilità di riprendere gli allenamenti e le competizioni.”

Ciò che tormenta ancora il giovane tedesco è l’infortunio alle vertebre conseguente alla caduta durante i test di Imola lo scorso luglio. Neukirchner aveva riportato la frattura della dodicesima vertebra dorsale e nonostante il parere contrario della Clinica Mobile che consigliava riposo assoluto per lasciare che la natura facesse il suo corso, ha deciso di sottoporsi ad un intervento chirurgico in Germania. L’operazione è riuscita perfettamente ma ha allungato ulteriormente i tempi di recupero posticipando il rientro, secondo lo staff capeggiato dal Dott. Costa, a data da destinarsi.

Che per avere una risposta definitiva di debba sentire un terzo parere medico? Restiamo in attesa del comunicato stampa chiarificatore, nel frattempo dovrebbe essere questione di giorni anche l’ufficializzazione del secondo pilota che nella prossima stagione andrà ad affiancare Max Neukirchner al team Alstare, Leon Haslam fresco dell’annuncio del divorzio a fine stagione con l’attuale squdra, il team Stiggy Racing.

Silvia Lavezzo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy