Superbike: Max Neukirchner studia Jonathan Rea

Superbike: Max Neukirchner studia Jonathan Rea

Scambio di dati e assetti nei test di Portimao

Commenta per primo!

Il team Ten Kate, si sa, è speciale. L’atmosfera è sempre fantastica soprattutto per chi ci lavora, che sia un responsabile, un meccanico o anche un pilota. L’intento voluto da Ronald Ten Kate è quello di “far squadra”: si vince insieme, si perde insieme. Se con un lavoro collettivo si è riusciti a trovar la risoluzione ai problemi del 2009, quest’anno il principale obiettivo, oltre quello di vincere il mondiale, consiste nell’aiutare Max Neukirchner a ritrovare fiducia e velocità in sella dopo praticamente una stagione di stop forzato per il brutale crash di Monza (nonchè la caduta nei test di Imola).

Per questo che nei test di Portimao Neukirchner ha potuto contare anche sull’aiuto di Jonathan Rea, che insieme a tutto il team Ten Kate ha offerto i propri dati per provare a cambiare qualcosa sulla propria CBR 1000RR.

Venerdì a Portimao è stato molto difficile sul bagnato, così il giorno dopo con la squadra abbiamo deciso di utilizzare il set-up di Jonathan“, ha ammesso il pilota tedesco. “Sicuramente è stato interessante vedere le reazioni della moto, ma non riesco proprio a trovarmi con il suo set-up: guida come con una moto da cross, ha uno stile tutto particolare“.

Successivamente Max Neukirchner è tornato all’assetto deliberato nei test di Valencia trovando sensibili miglioramenti. “I test si sono conclusi bene perchè, a parte i riferimenti cronometrici, abbiamo trovato una strada sulla quale lavorare e sappiamo che adesso può solo andar meglio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy