Superbike: Marco Melandri “Meglio rispetto al weekend di gara”

Superbike: Marco Melandri “Meglio rispetto al weekend di gara”

Due giorni di test positivi al Misano World Circuit

Commenta per primo!

L’annuncio del ritiro della formazione ufficiale per la stagione 2012 non ha provocato alcun cambiamento nel programma di test del Yamaha World Superbike Team: si prova rispettando il calendario approvato nei scorsi mesi con lo stesso metodo, impegno e fine, anche perchè in ottica “mercato” tutto può ancora succedere. Lo ha dimostrato Marco Melandri, il più veloce nella due-giorni di test al Misano World Circuit, riuscendo insieme alla squadra a concretizzare un bel passo avanti sul piano prestazionale rispetto al weekend di gara dello scorso mese di giugno.

In due giorni l’attuale secondo classificato nel mondiale ha percorso ben 172 giri lavorando nella messa a punto del “pacchetto” (elettronica, ciclistica, freno motore) con l’intento di sviluppare anche le coperture Pirelli in prospettiva 2012. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: 1’35″8, il più veloce in assoluto dei test e sotto di 8 decimi rispetto al record in gara di Carlos Checa.

Un test davvero positivo“, ha ammesso il Campione del Mondo 250cc 2002. “Qui avevamo faticato nel weekend di gara, ma con diverse modifiche siamo riusciti a fare un bel passo avanti. Abbiamo fatto progressi nella gestione del freno motore, stiamo seguendo la giusta direzione per puntare a dei buoni risultati negli ultimi tre eventi del campionato. Complessivamente tutto è andato bene: siamo stati veloci e costanti nell’arco dei due giorni di prove, anche nello sviluppo delle gomme Pirelli per il 2012“.

Non da meno Eugene Laverty, distante solo un paio di decimi rispetto al proprio capo-squadra, tanto da giudicare la due-giorni di Misano come il “Miglior test della stagione“. Insomma, Yamaha all’attacco in vista di Imola dove sono attese risposte “ufficiali” in merito ai programmi 2012..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy