Superbike: Marco Melandri, che esordio con la Yamaha R1!

Superbike: Marco Melandri, che esordio con la Yamaha R1!

Velocissimo a Valencia al primo test in Superbike

Commenta per primo!

Sarà troppo presto, ma alle volte posson bastare 79 giri per trovare un buon feeling la moto e la convinzione di poter affrontare un 2011 ad altissimo livello. La scelta di Marco Melandri di affrontare la sfida-Superbike con la Yamaha ufficiale lo ha portato al primo test all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia, quattro giorni dopo aver concluso sulla stessa pista stagione ed un’esperienza lunga otto anni in MotoGP. Dalla GP alla Superbike con tanta voglia di convincere tutti della propria scelta, sin dal primo test, instaurando subito un buon rapporto con la squadra ricomponendo la “Coppia dei Miracoli” con Andrea Dosoli: insieme nel 2009 portarono una Kawasaki ,abbandonata al proprio destino, sul podio in MotoGP, realizzando una vera e propria impresa sotto le insegne del team Hayate Oggi con Yamaha Superbike il Campione del Mondo 250cc, stagione 2002, ha svolto il primo test da sintetizzare con il classico proverbio “Se il buongiorno si vede dal mattino“. Quasi 80 giri tra moto 2010 e 2011, ritmo-gara sull’1’34” basso, un best time dichiarato dalla Yamaha di 1’33″9 con gomma più soffice. Tradotto? Meglio del 1’34″618 record in gara di Noriyuki Haga quest’anno nella seconda manche, vicino dalla pole di Cal Crutchlow sempre su Yamaha (1’33″615), neanche poi tanto distante dal primato assoluto di Ben Spies del 2009 in Superpole (1’33″270). I paragoni e raffronti cronometrici con diverse condizioni del tracciato, a distanza di mesi, senza la pressione del weekend di gara sono spesso improponibili, ma risultano senza dubbio indicativi sul potenziale del binomio Melandri-Yamaha in prospettiva 2011: è solo il primo test, ma questa nuova accoppiata ha lasciato il segno. E’ stata davvero una prima giornata di lavoro molto buona“, ha detto il pilota ravennate. “Già dalla prima presa di contatto c’era un feeling migliore rispetto alla MotoGP, giro dopo giro la fiducia è crescita e mi sono davvero divertito, ho guidato davvero molto bene e ho trovato una buona confidenza anche con le Pirelli. Il motore è davvero impressionante, adesso non vedo l’ora di proseguire così tra poche settimane in Australia“. Con in agenda il lavoro di sviluppo della Yamaha YZF R1 2011 con le nuove sospensioni Ohlins, cercando di affinare il feeling con moto, pneumatici, freni e categoria, l’appuntamento per Marco Melandri è fissato per il 30 novembre a Phillip Island per il secondo test con la Superbike, già al primo confronto diretto con il Campione del Mondo in carica Max Biaggi. Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy