Superbike Magny Cours Superpole: sempre Tom Sykes

Superbike Magny Cours Superpole: sempre Tom Sykes

24esima Superpole in carriera davanti a Giugliano

Commenta per primo!

Ha lavorato in funzione-gara nel corso delle prove, non si è fatto mancare una scivolata nel corso della quarta sessione di libere, ma al momento di dare l’assalto al ‘time attack’ prevedibilmente Tom Sykes ha rispettato le attese. Nel penultimo round del Mondiale Superbike 2014, complice il suo vantaggio di 31 punti sul suo più diretto inseguitore Sylvain Guintoli potenzialmente decisivo per l’assegnazione del titolo iridato, il Campione del Mondo in carica ai comandi della Kawasaki Ninja ZX-10R #1 ufficiale KRT si è assicurato in 1’36″366 la quinta Superpole stagionale, la ventiquattresima della carriera accorciando ulteriormente le distanze nella graduatoria “All Time” da Troy Bayliss (2° con 26 pole all’attivo) e Troy Corser, leader in questa speciale classifica a quota 41.

Un (ennesimo) gran giro di ‘The Grinner’, capace di lasciare a 227 millesimi un altro comprovato ‘specialista’ del giro da qualifica come Davide Giugliano, secondo riportando nuovamente la Ducati 1199 Panigale R in prima fila con accanto Jonathan Rea, terzo allo scadere dopo prove in crescendo in questo suo penultimo round da alfiere Pata Honda Ten Kate. Hanno mancato l’approdo alla prima fila invece Chaz Davies (quarto in risalita dopo prove disastrose), ma soprattutto due candidati alla vittoria come Sylvain Guintoli e Marco Melandri, 5° e 6° accusando con le rispettive Aprilia RSV4 Factory 8 decimi dal poleman Sykes. Aprirà la terza fila nelle due gare in programma Loris Baz (ufficializzato oggi in Forward Racing per la MotoGP 2015, qualificatosi con il best lap della SP1) che ha avuto ragione delle due Crescent Suzuki di Alex Lowes (8°) ed Eugene Laverty (9°) con Leon Haslam 10° a precedere le due wild card d’eccezione Xavi Fores e Max Neukirchner, con le Ducati del 3C-Racing Team 1° e 2° nell’IDM Superbike 2014.

Primo escluso nel corso della ‘Superpole 1’ l’idolo di casa e recente vincitore della 24 Heures Moto a Le Mans (categoria ‘Open’) Sylvain Barrier, tredicesimo in griglia, ma pur sempre poleman di classe ‘EVO’ con la BMW S1000RR di BMW Motorrad Italia. Il bi-Campione Superstock 1000 FIM Cup in carica ha mancato l’approdo alla decisiva SP2 per 3/10, ritrovandosi tuttavia davanti a Toni Elias (Aprilia RSV4 del Team Red Devils Roma), il gradito ritorno di Lorenzo Lanzi (wild card con la terza Panigale del 3C-Racing Team, recente vincitore di Gara 2 dell’IDM Superbike ad Hockenheim), Niccolò Canepa (Ducati Althea) ed il capoclassifica della ‘EVO’ David Salom, non al meglio con il polso destro nuovamente infortunato a seguito di una violenta sbacchettata nel corso della conclusiva sessione di prove libere. Il maiorchino si è comunque qualificato diciassettesimo a precedere la MV Agusta F4 RR ufficiale di MV Agusta Reparto Corse condotta da Claudio Corti con Sheridan Morais (Grillini Kawasaki) e l’iridato Supersport 2002 Fabien Foret (Pedercini Kawasaki) a completare il novero dei piloti che hanno preso parte alla ‘SP1’. Domani alle 10:30 e 13:10 il via delle due gare.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Circuit de Nevers Magny-Cours, Classifica Tissot-Superpole (SP2)

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’36.366
02- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.227
03- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.540
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 0.655
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.818
06- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.824
07- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.849
08- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.904
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.041
10- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.209
11- Xavi Forés – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.307
12- Max Neukirchner – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 1.511

La Griglia di Partenza

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
02- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R
03- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
06- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
07- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
08- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
09- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
10- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP
11- Xavi Forés – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R
12- Max Neukirchner – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R
13- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR (EVO)
14- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory
15- Lorenzo Lanzi – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale R
16- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R
17- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R (EVO)
18- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR
19- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
20- Fabien Foret – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R (EVO)
21- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
22- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R (EVO)
23- Bryan Staring – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R (EVO)
24- Geoff May – Team Hero EBR – EBR 1190RX
25- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX
26- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR
27- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR (EVO)
28- Nicolas Salchaud – Dream Team Company – MV Agusta F4 RR

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy