Superbike Laguna Seca Superpole: Guintoli torna in pole

Superbike Laguna Seca Superpole: Guintoli torna in pole

Beffa per 15 millesimi Sykes, a terra Laverty, 4° Canepa

Commenta per primo!

Ha perso la leadership di campionato, insieme all’Aprilia ha perso il ricorso per il discusso epilogo di Gara 2 a Monza, non vince da Phillip Island e non scattava dalla pole da oltre un anno: Monza 2012, la prima ed unica Superpole in carriera nel Mondiale Superbike. Almeno fino ad oggi. Al Mazda Raceway di Laguna Seca, tracciato conosciuto nei trascorsi in MotoGP (2007 con Yamaha Tech 3, 2008 con Ducati Pramac non andando oltre un modesto 12° posto), Sylvain Guintoli torna in pole position e lo fa con pieno merito e titolo a scapito dei suoi diretti avversari nella corsa al titolo. Quando tutto sembrava portare verso l’ennesimo exploit del sabato da parte di Tom Sykes anche a seguito della caduta di Eugene Laverty (in pista con una gomma da tempo risparmiata proprio per il finale della “SP3”), l’esperto pilota francese ha fermato i cronometri sull’1’22″683 regolando di soli 15 millesimi l’attuale capoclassifica di campionato, di 0″045 il proprio compagno di squadra.

Grande prestazione da parte del pilota ufficiale Aprilia Racing, alla seconda Superpole in carriera dopo Monza 2012, atteso protagonista delle due gare in programma tra sabato e domenica sui 3.610 metri di pura adrenalina di Laguna Seca con inevitabili ripercussioni nella corsa al titolo mondiale. “Beffato” per una manciata di millesimi, Tom Sykes affiancherà Guintoli dalla seconda casella con la prima fila completata da Eugene Laverty, a terra proprio sul più bello e con una concreta chance di dar seguito al weekend da mattatore vissuto all’Intercity Istanbul Park.

Tre dei quattro contendenti al titolo in prima fila, aprirà la terza Marco Melandri, settimo e preceduto da Davide Giugliano (buon 6° su Aprilia Althea), dal compagno di squadra Chaz Davies (5°), ma soprattutto da un Niccolò Canepa 4° assoluto da sostituto dell’infortunato Carlos Checa con la Ducati 1199 Panigale R del Team Ducati Alstare, addirittura in grado di siglare le migliori prestazioni in due settori del Mazda Raceway. Gran giro da parte del pilota genovese protagonista per tutto l’arco del fine settimana con la Ducati che porta le due Panigale nella “SP3” grazie ad Ayrton Badovini, 9° nonostante una caviglia sinistra non al meglio per l’infortunio di Istanbul, preceduto da Jules Cluzel (8°).

Escluse invece nel corso della “SP2” ed attese in griglia dalla quarta fila le due wild card locali schierate dal Michael Jordan Motorsports direttamente dall’AMA Superbike Roger Hayden (10°) e Danny Eslick (11°) affiancati da Leon Haslam (12°), mentre Michel Fabrizio in questo suo secondo gettone di presenza con il team Pata Honda è stato estromesso dalla “tagliola” della “SP1” in compagnia di Mark Aitchison e Toni Elias, 15° dopo prove da protagonista con la Aprilia RSV4 Factory del team Red Devils Roma. Alle 14:00 locali, le 23:00 italiane, il via di Gara 1 eccezionalmente in programma nella giornata del sabato.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Mazda Raceway Laguna Seca, Classifica Tissot-Superpole (SP3)

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’22.683
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.015
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.045
04- Niccolò Canepa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.141
05- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.357
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.670
07- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.680
08- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.396
09- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 2.106

La Griglia di Partenza

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
02- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
04- Niccolò Canepa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R
05- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory
07- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR
08- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
09- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R
10- Roger Hayden – Michael Jordan Motorsports – Suzuki GSX-R 1000
11- Danny Eslick – Michael Jordan Motorsports – Suzuki GSX-R 1000
12- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
13- Michel Fabrizio – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
14- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
15- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory
16- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
17- Blake Young – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
18- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR
20- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy