Superbike Laguna Seca Qualifiche 1: Canepa bracca Laverty

Superbike Laguna Seca Qualifiche 1: Canepa bracca Laverty

La Panigale seconda con Canepa, terzo Sykes

Commenta per primo!

Il Mondiale Superbike torna a Laguna Seca ed è subito spettacolo. Nel primo di due turni di qualifiche ufficiali del venerdì i primi tre piloti in classifica sono racchiusi da soltanto 86 millesimi, addirittura 14 in meno di 9/10. In cima al monitor dei tempi, all’esordio assoluto sul tracciato californiano, figura il mattatore dell’Intercity Istanbul Park Eugene Laverty, autore del miglior riferimento cronometrico in 1’24″482, avvicinato nel finale a soli 13 millesimi (!) da un convincente Niccolò Canepa, secondo da sostituto dell’infortunato Carlos Checa con la Ducati 1199 Panigale R del Team Ducati Alstare, con soltanto una presenza all’attivo al Mazda Raceway (12° in MotoGP nel 2009 con Ducati Pramac). Grande prestazione per l’ex Campione della Superstock 1000 FIM Cup già in evidenza nella precedente comparsata da wild card a Donington Park, in grado di precedere un altro illustre “rookie” di Laguna Seca come il capoclassifica di campionato Tom Sykes, terzo con la prima Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiale a soli 86 millesimi dalla vetta.

Avvincente terzetto ai comandi della graduatoria, ma nel plotone di 14 piloti in meno di 1″ non poteva mancare Marco Melandri, quarto con la propria BMW S1000RR e con due podi all’attivo in MotoGP sul tracciato di Salinas, seguito nell’ordine da Toni Elias (5° al secondo gettone di presenza con la Aprilia RSV4 del Team Red Devils Roma), un positivo Davide Giugliano (6° con la Aprilia Althea, esordiente a Laguna Seca) e Sylvain Guintoli, settimo con la seconda Aprilia RSV4 Factory del team ufficiale di Noale. Dopo un esaltante avvio, Chaz Davies non è andato oltre il decimo crono a precedere i nostri Ayrton Badovini (11°) e Michel Fabrizio (13°), preceduto dalle due attesissime wild card locali del team di Michael Jordan Danny Eslick (recordman della Daytona SportBike) e l’ex campione AMA Supersport (con trascorsi anche nel WSB con Kawasaki Pedercini) Roger Hayden, a braccetto in ottava e nona posizione e parte integrante del “gruppone” di testa.

Distacco di poco superiore al 1″ invece per David Salom, convocato da Kawasaki Provec in sostituzione dell’infortunato Loris Baz, seguito da Federico Sandi (17° e a terra nel finale alla curva 3) e Vittorio Iannuzzo, 19° su Grillini BMW ritrovandosi tra il vice-Campione AMA Superbike in carica Blake Young (al posto di Leon Camier con Crescent Suzuki) ed il due volte vincitore dell’Australian Superbike Glenn Allerton, alla seconda wild card stagionale con la BMW HP4 del Next Gen Motorsports in partnership con San Diego BMW.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Mazda Raceway Laguna Seca, Classifica Qualifiche 1

01- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’24.482
02- Niccolò Canepa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.013
03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.086
04- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.135
05- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.217
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.222
07- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.237
08- Danny Eslick – Michael Jordan Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.339
09- Roger Hayden – Michael Jordan Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.363
10- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.412
11- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 0.598
12- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.703
13- Michel Fabrizio – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.741
14- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.880
15- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.189
16- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.570
17- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.755
18- Blake Young – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.873
19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 2.490
20- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 2.645

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy