Superbike Laguna Seca Prove 3: Sykes balza in testa

Superbike Laguna Seca Prove 3: Sykes balza in testa

Precede di soli 90 millesimi Chaz Davies, 3° Giugliano

Commenta per primo!

Dopo Jonathan Rea e Chaz Davies, al Mazda Raceway Laguna Seca è il turno di Tom Sykes. L’iridato 2013, due volte vincitore sul celebre tracciato californiano nell’ultimo biennio, è stato tra i primi a migliorarsi nella terza sessione di prove libere, determinante per eleggere i dieci piloti ammessi direttamente alla “Superpole 2”. Non un problema per “The Grinner”, in 1’23″105 autore del miglior riferimento cronometrico avvicinando il target rappresentato dall’1’22”, sufficiente per regolare di soli 9 centesimi di secondo Chaz Davies. Se il compagno di squadra e capoclassifica di campionato Jonathan Rea non ha risolto il problematico T3 tanto da ritrovarsi sesto nella graduatoria “combinata” dei tempi dei primi tre turni a 417 millesimi dalla vetta, Sykes ha viaggiato spedito davanti alle Panigale R ufficiali dell’Aruba.it Racing Ducati Superbike Team condotte dal già menzionato Chaz Davies (specialista di Laguna Seca, due podi tra Daytona SportBike e World Superbike) e Davide Giugliano, terzo accusando un gap di 248 millesimi.

Non distante dalle due Ducati, la coppia Aprilia ben figura con Leon Haslam (alla sua 200esima presenza in Superbike) quinto preceduto da un convincente Jordi Torres, al debutto assoluto a Monterey già quarto tenendo testa allo stesso compagno di squadra, Rea con Niccolò Canepa confermatosi ad alti livelli su Ducati Althea staccando il settimo crono. Nei 10 ammessi alla SP2 spazio anche per Alex Lowes (settimana prossima impegnato alla 8 ore di Suzuka con Yoshimura), Sylvain Guintoli e David Salom, non Ayrton Badovini, “beffato” per 7/1000 proprio dall’alfiere del Team Pedercini.

Sfuma questo traguardo anche per Randy De Puniet e Matteo Baiocco, tredicesimo da “Rookie” a Laguna, meglio rispetto a Leon Camier (14°), Michael van der Mark (weekend non felicissimo) e l’infortunato Leandro Mercado, sedicesimo seppur non al meglio complice la frattura della falange del secondo dito del piede sinistro, una contusione all’anca destra e una distorsione alla caviglia destra accusate ieri per un rovinoso highside nella FP2.

eni FIM Superbike World Championship 2015
GEICO US Round
Mazda Raceway Laguna Seca, Classifica FP1-FP2-FP3

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’23.105
02- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 0.090
03- Davide Giugliano – Aruba.it Racing Ducati Superbike Team – Ducati Panigale R – + 0.248
04- Jordi Torres – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.301
05- Leon Haslam – Aprilia Racing Team Red Devils – Aprilia RSV4 RF – + 0.416
06- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.417
07- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 0.749
08- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.789
09- Sylvain Guintoli – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.880
10- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.252
11- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 1.259
12- Randy De Puniet – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.326
13- Matteo Baiocco – Althea Racing – Ducati Panigale R – + 1.695
14- Leon Camier – MV Agusta Reparto Corse – MV Agusta F4 RR – + 1.716
15- Michael van der Mark – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.898
16- Leandro Mercado – Barni Racing Team – Ducati Panigale R – + 2.109
17- Roman Ramos – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-10R – + 2.597
18- Christophe Ponsson – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.194
19- Gabor Rizmayer – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 3.443
20- Santiago Barragan – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R – + 3.777
21- Gianluca Vizziello – Grillini SBK Team – Kawasaki ZX-10R – + 4.375
22- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 5.149

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy