Superbike: la Kawasaki con Tom Sykes vince nel BSB

Superbike: la Kawasaki con Tom Sykes vince nel BSB

Due vittorie su tre gare a Brands Hatch per la Ninja

di Redazione Corsedimoto

Non è un risultato che può salvare una stagione, ma se non altro rende merito agli sforzi della Kawasaki e del Paul Bird Motorsport in questo difficile 2010 di transizione. Tom Sykes, iscritto come wild card nella 9° tappa del British Superbike 2010 sul circuito GP di Brands Hatch, ha vinto 2 delle 3 gare in programma dopo aver sfiorato la pole position. In Gara 1, l’unica in programma nella giornata del sabato, Tom Sykes si era ritrovato in lotta per il podio prima di un interruzione per pioggia: alla ripartenza è rimasto lontano dalle posizioni di vertice, chiudendo al quinto posto.

Copione ben diverso nelle due successive manche, dove Sykes ha preso un minimo vantaggio su Ryuichi Kiyonari (HM Plant Honda) negli ultimi 4-5 giri viaggiando sempre sotto il muro dell’1’27”, regalando così una doppietta storica per la Kawasaki che nel BSB non vinceva addirittura da 6 anni (18 luglio 2004, Gara 2 a Mallory Park con Scott Smart).

Parlando di numeri e ricorsi storici, Sykes ha raggiunto 5 vittorie nel BSB (3 nel 2008 con Rizla Suzuki), mentre il Paul Bird Motorsport non vinceva dal 2007 sotto le insegne Stobart Honda con Shane Byrne pilota: quelle di Brands Hatch sono stati i primi trionfi da Factory Team Kawasaki in due anni di collaborazione. Per la cronaca oltre a Sykes era schierato anche Ian Lowry che ha navigato intorno alla 10° piazza, ingaggiato soltanto alle 13:00 del giovedì pre-gara (!).

E’ stato bello correre a Brands Hatch, ancor più riuscendo a vincere“, spiega Tom Sykes. “Volevo conseguire questo risultato e anche se abbiamo usato questo weekend come un “test” mi ero messo un pò di pressione addosso per conquistare almeno una vittoria. Nelle prove le cose non sono andate bene, ma domenica prima delle due conclusive gare siamo tornati al set-up di base e siamo riusciti a vincere. Bravi davvero ai miei ragazzi, si meritavano un risultato simile per tutti gli sforzi che stanno facendo nel mondiale: stiamo facendo un bel lavoro, anche se non ripagato dai risultati“.

Per Tom Sykes la doppietta di Brands Hatch è stata la conclusione perfetta di una settimana molto impegnativa. Lunedì 2 agosto, dopo la tappa di Silverstone del WSBK, ha preso l’aereo per volare in Giappone al fine di collaudare ad Autopolis la nuova Ninja ZX-10R Superbike nelle giornate di martedì e mercoledì. Giusto 24 ore più tardi era già a Brands Hatch per sbrigare le ultime pratiche prima di salire in sella alle 10.40 di venerdì 6 agosto ritrovandosi anche senza… casco, perso nel tragitto all’aeroporto di Parigi. Un grande impegno che potrebbe portare Sykes alla riconferma in ottica 2011: questo il desiderio di Paul Bird, anche se la Kawasaki ha già sotto contratto Chris Vermeulen e Joan Lascorz. Tre moto e tutti contenti?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy