Superbike Kyalami Gara 1: vince Haga e allunga in classifica

Superbike Kyalami Gara 1: vince Haga e allunga in classifica

Il giapponese conclude davanti a Fabrizio e Spies

Commenta per primo!

Noriyuki Haga si è aggiudicato gara 1 di questo sesto round sul circuito di Kyalami, prendendo in mano la corsa a metà corsa e imponendo un ritmo capace di fare la differenza. Il pilota giapponese è riuscito a gestire il calo delle coperture Pirelli che ha portato il trio di testa, composto dall’allora leader della corsa Michel Fabrizio (seguito proprio da Haga e Ben Spies) durante il tredicesimo giro a rallentare di ben un secondo netto i riferimenti cronometrici, riuscendo ad essere da lì in poi sempre leggermente più veloce degli avversari diretti per la vittoria di gara. Il capo classifica del mondiale, pilota del team ufficiale Ducati Xerox, è riuscito inoltre a sfruttare a suo vantaggio la lotta che ha coinvolto il suo compagno di squadra Michel Fabrizio e l’avversario principale per il titolo Ben Spies a sette giri dal termine.

“Nitronori” è riuscito così ad accumulare il vantaggio necessario per tagliare il traguardo indisturbato, guadagnando 9 punti su Spies che si è classificato terzo e portando il margine sull’americano a ben 63 lunghezze. Per il pilota texano di casa Yamaha World Superbike la gara è stata sin dall’inizio improntata al resistere allo strapotere dei piloti Ducati specie sulla distanza, come si è poi prontamente verificato. A sette giri dal termine, il tre volte campione della AMA Superbike ha provato l’attacco a Michel Fabrizio per la seconda posizione, essendosi reso conto che Haga stava allungando sui due. Dopo il sorpasso andato a buon fine, Spies ha provato disperatamente a recuperare terreno sul giapponese prendendosi qualche rischio di troppo, e dopo una brutto sbacchettamento della sua YZF-R1, segno evidente del cedimento delle sue coperture Pirelli, e il contro sorpasso del pilota di Frascati, ha deciso di tirare i remi in barca e “accontentarsi” del terzo gradino del podio.

Nulla sembra quindi fermare la marcia inesorabile di Noriyuki Haga, che è riuscito a vincere nonostante il braccio malconcio dalla caduta in gara 2 a Monza. Un Haga che non aveva brillato in Superpole, ma che come al solito ha dato il meglio di sé in gara, il suo “habitat” naturale. Ennesima prova maiuscola per Michel Fabrizio, capace di tenere testa a un mastino come Spies e coraggioso nel tentare fino al termine un recupero sul compagno di squadra per la prima posizione finale. Buon quarto posto di Jonathan Rea con la sua Honda Ten Kate, nonostante i quasi nove secondi incassati al traguardo sul vincitore di gara. Il pilota nord irlandese è riuscito a sopravanzare il nostro Max Biaggi proprio sul traguardo dopo un gran recupero di quest’ultimo nella seconda metà di gara, che lo aveva portato a passare il centauro dell’Ulster proprio nel finale.

Sesto è Carlos Checa che con la sua Honda Ten Kate, dopo una buona partenza, a causa di una scelta troppo azzardata di gomme ha visto il proprio passo di gara rallentare drasticamente già dopo pochi giri. Il pilota iberico precede di un niente l’altro pilota Aprilia Shinya Nakano, finalmente autore di una gara degna del suo curriculum, e l’altro giapponese Yukio Kagayama in sella alla Suzuki del team Alstare. Nono è l’inglese Shane Byrne, pilota del team Sterilgarda, autore di un recupero straordinario dalla quattordicesima posizione e vincitore in volata di una battaglia con il connazionale Tom Sykes, quest’ultimo a bordo della seconda Yamaha ufficiale. Fuori dai giochi l’altro britannico Leon Haslam, caduto al quindicesimo giro mentre era in nona posizione.

HANNspree Superbike World Championship 2009
Kyalami, Classifica Gara 1

01- Noriyuki Haga – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F09 – 24 giri in 39’47.436
02- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F09 – + 0.950
03- Ben Spies – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 3.391
04- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 8.914
05- Max Biaggi – Aprilia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 9.019
06- Carlos Checa – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 14.812
07- Shinya Nakano – Aprilia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 14.971
08- Yukio Kagayama – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 15.723
09- Shane Byrne – Team Sterilgarda – Ducati 1198 RS – + 21.529
10- Tom Sykes – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 21.795
11- Gregorio Lavilla – Guandalini Racing – Ducati 1198 RS – + 29.872
12- Ryuichi Kiyonari – Ten Kate Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 34.216
13- Sheridan Morais – Kawasaki Superbike Team – Kawasaki ZX 10R – + 34.275
14- Jakub Smrz – Guandalini Racing – Ducati 1198 RS – + 38.280
15- Broc Parkes – Kawasaki Superbike Team – Kawasaki ZX 10R – + 40.885
16- Fonsi Nieto – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 44.841
17- Luca Scassa – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 49.075
18- Karl Muggeridge – Celani Race – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 49.702
19- Tommy Hill – Althea Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 50.065
20- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 50.391
21- Shaun Whyte – Yamaha France GMT94 Ipone – Yamaha YZF R1 – a 1 giro
22- Steve Martin – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – a 2 giri

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy