Superbike: Jonathan Rea “Gran sensazione tornare a vincere”

Superbike: Jonathan Rea “Gran sensazione tornare a vincere”

Il pupillo Honda è contento del lavoro svolto in Repubblica Ceca

Commenta per primo!

Quando la Honda CBR 1000RR c’è, Jonathan Rea è sempre protagonista. Il pilota dell’Ulster è stato autore sul circuito di Brno di due ottime gare, rimediando la vittoria nella prima manche e terminando secondo nella successiva. Il giovane britannico, in gara 1, ha davvero dominato sugli avversari, mostrando di essere maturato appieno ed essendo capace di unire, ora più che mai l’utile al dilettevole. Nella seconda corsa di giornata si è dovuto arrendere allo strapotere di Biaggi ma, finché ha potuto, lo ha tenuto a bada grazie alle sue solite staccate impareggiabili. Ora per “Johnny” si prospetta la sfida della 8 ore di Suzuka, competizione a cui le case giapponesi tengono davvero molto, prima di poter trovare il suolo amico di Silverstone, tracciato sul quale accorreranno numerosi fan del pilota #65.

“In gara 1 ho provato come la sensazione che qualcuno mi stesse guardando dall’alto” commenta ironicamente Jonathan Rea “poiché è stato come non fossi stato in grado di sbagliare nulla! E’ stata una gran sensazione vincere e dedicare la vittoria al mio team manager, Ronald Ten Kate, che non è potuto esserci poiché suo padre è molto malato.

L’inizio della corsa è stato strano, poiché una volta che mi sono seduto sulla moto l’unica cosa a cui ho pensato è stato quanto mi scappasse di andare in bagno! Una volta iniziata la gara mi sono catapultato al vertice e tutto è andato liscio per i restanti 19 giri. Mi sono sentito bene a vincere di nuovo una gara, mi ero quasi dimenticato come ci si sente.

Gara 2 non è andata così male e complimenti a Max (Biaggi), che ha corso davvero bene. Ho provato a battagliare ma non mi era rimasto niente nella gomma, la quale non mi dava le stesse sensazioni di quella utilizzata in gara 1. In ogni caso, abbiamo lavorato molto meglio come team questo fine settimana e fatto dei bei cambiamenti durante le prove libere e le qualifiche. Ora devo recarmi in Giappone per correre la 8 ore di Suzuka, ma non vedo l’ora di tornare al vertice, davanti ai tifosi di casa a Silverstone.”

Servizio Fotografico Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy