Superbike: Jonathan Rea “Aggressivo? C’era spazio…”

Superbike: Jonathan Rea “Aggressivo? C’era spazio…”

Conquista la vittoria a Donington ed è in corsa per il titolo

Commenta per primo!

L’emozione di vincere in casa e di ritrovarsi in piena corsa per la conquista del titolo mondiale Superbike. A Donington Park Jonathan Rea è stato protagonista di una vera e propria impresa portando la nuova CBR 1000RR Fireblade 2012 del Honda World Superbike Team ad una (discussa) vittoria in Gara 2, a seguito di numerosi contatti con gli altri “compagni di fuga” Haslam, Melandri, Biaggi e Sykes.

Proprio all’ultima curva, con un sorpasso deciso al tornantino “Goddards” su Leon Haslam, si è decisa la gara, con il risultato di ritrovare le due BMW S1000RR ufficiali a terra e “Johnny” sul gradino più alto del podio, con questa risposta alle critiche per una condotta di gara “al limite”.

Io aggressivo? A dire il vero lo siamo stati tutti in questa seconda gara“, ha detto il giovane pilota nordirlandese, dal 2009 in Superbike con Ten Kate Honda. “Ad un certo punto nessuno si è risparmiato, stavamo tutti dando il massimo per vincere. All’ultima curva semplicemente c’era spazio: la mia traiettoria era la solita, non sono entrato troppo forte. Sono stato stretto e all’interno, poi Leon mi ha chiuso, non sono stato io a buttarlo fuori.

Discussioni a parte, Rea con questa vittoria si ritrova al quarto posto nella classifica di campionato a soli 20.5 punti dal leader Max Biaggi. Ripensando ai problemi incontrati tra Phillip Island e Imola, una prestazione sensazionale per l’ex contendente al titolo mondiale Supersport.

Sono state due gare pazzesche. Nella prima potevo giocarmi il podio, ma ho commesso un errore e non sono andato oltre il 4° posto. In Gara 2, con qualche modifica alla moto, sono stato sempre nel gruppo di testa ed è arrivata questa vittoria. E’ fantastico vincere qui in Superbike, non c’ero mai riuscito prima in carriera. Stiamo crescendo gara dopo gara, speriamo di riconfermarci anche a Miller perchè in campionato non siamo lontani“, ha concluso il pilota di Honda Motor Europe.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy