Superbike: John Hopkins rientra a Miller, recupero OK

Superbike: John Hopkins rientra a Miller, recupero OK

Non ci sono ulteriori infortuni dopo il volo di Monza

Commenta per primo!

Il Mondiale Superbike affronterà la trasferta Oltreoceano a Salt Lake City, teatro del sesto appuntamento stagionale, con il suo unico pilota americano dello schieramento di partenza. John Hopkins, costretto alla resa settimana scorsa a Donington Park, sarà regolarmente in sella alla propria Suzuki GSX-R 1000 il prossimo 28 maggio al Miller Motorsports Park di Tooele, andando ad affiancare Leon Camier al team FIXI Crescent Suzuki.

Fuori gioco a Donington per la frattura del piede destro ed uno strappo muscolare dei muscoli dell’anca sinistra, Hopkins si è sottoposto in questi giorni ad un completo “check-up” presso uno specialista in California, con la buona notizia che non ci sono ulteriori danni e potrà correre senza particolari problemi l’appuntamento di casa del Mondiale Superbike 2012.

Sono stato davvero dispiaciuto di non correre a Donington Park: ero convinto di stare con quei pazzi là davanti e dire la mia nelle due gare!“, afferma Hopper. “Per fortuna correrò a Miller, cercherò di dare il massimo per consentire alla squadra di raggiungere un buon risultato. Non sarà facile, ma passo dopo passo sono convinto di ricostruire la fiducia in sella.

Jack Valentine, Team Manager FIXI Crescent Suzuki, si è detto felice di riavere in squadra John Hopkins. “Ci aiuterà nello sviluppo della moto. Con questo infortunio correrà doverosamente senza pressioni, ma lui è un osso duro, ci sorprenderà!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy