Superbike Istanbul Prove 2: Guintoli, Cluzel, Fabrizio

Superbike Istanbul Prove 2: Guintoli, Cluzel, Fabrizio

Splende il sole, ma pista ancora umida in diversi settori

Commenta per primo!

Agli archivi una primissima mattinata decisamente “tormentata” causa pioggia (e l’olio in piena traiettoria che ha comportato una infinita interruzione nel corso del turno riservato alle Supersport), i piloti del Mondiale Superbike sono tornati in azione all’Intercity Istanbul Park per la conclusiva sessione di prove libere pre-Superpole questa volta mitigati dal sole, seppur con il tracciato che presentava chiazze d’umido soprattutto nell’ultimo settore dell’ex Otodrom. In queste condizioni difficili da interpretare in molti hanno saggiamente preferito non correr rischi inutili con il risultato di ritrovare in cima al monitor dei tempi l’ormai ex-capoclassifica di campionato Sylvain Guintoli, con la propria Aprilia RSV4 Factory in grado all’ultimo tentativo di fermare i cronometri sul 2’06″290 con soli 141/1000 di vantaggio rispetto al connazionale Jules Cluzel (unico portacolori Crescent Suzuki per il forfait di Leon Camier già sotto i ferri), 8/10 a scapito di Michel Fabrizio, a lungo in questa in questo suo primo weekend da portacolori Pata Honda.

Terzetto inedito al comando della graduatoria con altri attesi protagonisti quali Eugene Laverty (4°) e Marco Melandri (soltanto 2 tornate effettuate) che hanno girato lo stretto indispensabile lasciando così alla wild card Yunus Ercelik (BMW S1000RR iscritta dal Sampiyon 169 Team) la soddisfazione di staccare il quinto crono a 5″ dalla vetta davanti a Leon Haslam, sesto ma con soltanto un passaggio effettuato, mentre Tom Sykes ha incrociato le braccia in corsia box.

Non è sceso in pista, ma per altre ragioni, invece Ayrton Badovini, a riposo a seguito della brutta caduta di ieri con conseguente stiramento dei legamenti ed un ematoma della caviglia sinistra, deciso a risalire in sella domattina (saltando i due turni di qualifiche è fuori dai 15 eletti per la Superpole) in qualità di unico Ducatista presente all’Istanbul Park: Carlos Checa fuori gioco per la contusione al torace e frattura dello scafoide del polso sinistro, Ko anche Max Neukirchner con frattura al quarto e quinto metacarpo della mano destra.

eni FIM Superbike World Championship 2013
Intercity Istanbul Park, Classifica Prove Libere 2

01- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 2’06.290
02- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.141
03- Michel Fabrizio – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.805
04- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 4.270
05- Yunus Ercelik – Sampiyon 169 Team – BMW S1000RR – + 5.322
06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 6.575
07- Tolga Uprak – CMS Eypbike Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 7.589
08- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 8.025
09- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 8.910
10- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 11.224
11- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 16.335
12- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 23.629

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy