Superbike: intervista esclusiva a Regis Laconi

Superbike: intervista esclusiva a Regis Laconi

Il pilota transalpino pensa al ritorno in gara?

Commenta per primo!

Regis Laconi è un pilota 34enne nato a Saint-Dizier, piccola città a metà strada tra Parigi e Strarburgo. In quello che poteva essere l’anno del rilancio al suo ritorno in Ducati col team DFX Corse, dopo anni difficili in sella alla Kawasaki, Laconi è stato vittima di un bruttissimo incidente durante un turno di prova sul circuito sudafricano di Kyalami, lo scorso maggio. I danni vertebrali e il coma hanno fatto presagire il peggio, ma per fortuna le paure per le sue condizioni non si sono concretizzate. A quasi sei mesi di distanza, abbiamo intervistato Regis Laconi in occasione della “Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo” (EICMA), presso lo stand LeoVince . Come ti senti ad oggi? “Fisicamente mi sento abbastanza bene. Mi manca un po’ di forza nella parte alta del corpo, perché chiaramente dalla cervicale passano tutti i nervi che vanno alle braccia, quindi penso che debbano ancora recuperare. A livello di testa è dura, perché ci sono alcuni dottori che dicono che dovrei smettere di andare in moto, altri sostengono che posso mentre altri ancora affermano che è sì possibile, ma i rischi sono molto alti. Con l’operazione avuta alla cervicale i rischi ci sono sempre, così è difficile nella mia testa capire bene cosa è meglio fare. La voglia ce l’ho, però prenderò tutto con tranquillità e aspetterò.” Con la Ducati del DFX CorseRispetto al prospetto dei medici, come sono i tempi di recupero? “Molto più veloci di quanto ipotizzato, però è sempre difficile. Vado già molto bene, riesco ad andare in moto, non quella da cross ma qualche giro in enduro l’ho fatto. Col cross è più difficile a causa delle forti sollecitazioni alla colonna provocate dai salti. Sto facendo tutto tempo per tempo!” Le sensazioni riguardo ad i giri compiuti a Magny Cours “Il pubblico è stato allucinante, c’è tanta gente a cui è molto dispiaciuto del mio  incidente:  in Italia, in Francia, ma in generale un po’ dappertutto. Chiaramente, ho fatto un errore brutto e ne pago le conseguenze, così come la squadra: ora sono qui e sto bene.” Come sono i rapporti col team? “Molto buoni, a Portimao ho girato con loro. Al momento non so se tornerò oppure no, ma se dovessi decidere di rientrare sarà con loro, questo è chiaro.” Pronto al ritorno?Un messaggio che vuoi mandare ai tuoi fan? “Ringrazio i fan per il seguito, e per la forte spinta che mi hanno dato. Farò di tutto per tornare ma devo valutare bene i pro e i contro, perché non posso rischiare più di quanto ho già fatto. Ho scoperto di avere tante persone che mi vogliono bene.” Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy