Superbike: iniziati i test ufficiali pre gara a Phillip Island

Superbike: iniziati i test ufficiali pre gara a Phillip Island

Laverty e Haslam al top, 3° Giugliano, caduta per Neukirchner

Commenta per primo!

Con condizioni climatiche ottimali (31° la temperatura ambientale, 48° dell’asfalto) sono iniziati i test ufficiali pre-gara del Mondiale Superbike al Phillip Island Grand Prix Circuit. Con 20 piloti in pista (assente giustificato Ayrton Badovini, “a riposo” dopo lo spaventoso volo di settimana scorsa a 180 orari all’altezza della celebre curva “Lukey Heights”), i protagonisti della Superbike hanno sfruttato appieno il tempo a disposizione nella mattinata con già la prima caccia al tempo record e ben 10 piloti, secondo consuetudine nel mondiale delle derivate dalla serie, racchiusi in poco meno di 1″. All’esposizione della bandiera a scacchi al termine del primo turno di attività è stato Eugene Laverty, al terzo anno in Superbike e secondo consecutivo con la Aprilia RSV4 ufficiale, a staccare il miglior riferimento cronometrico in 1’31″730, già sotto il primato sul giro in gara detenuto dal suo ex-compagno di squadra Max Biaggi in 1’31″785. Il nuovo asfalto ed il livello di competitività della Superbike fanno miracoli, proiettando in cima al monitor dei tempi anche Leon Haslam, ritrovatosi in sella alla Fireblade Ten Kate di Pata Honda, secondo a soli 128/1000 dalla vetta a precedere Davide Giugliano, convincente alla terza presa di contatto con la Aprilia RSV4 Factory gestita da Althea Racing. L’ex Campione Superstock 1000 FIM Cup precede in graduatoria la seconda Pata Honda affidata a Jonathan Rea (4° a 250/1000 dalla vetta), protagonista di una scivolata nel corso della sessione senza conseguenze. Il detentore del trofeo della 8 ore di Suzuka non è stato l’unico a volare a terra nel corso delle prove: medesima sventura è occorsa a Sylvain Guintoli (9°), alla wild card d’eccezione e due volte #1 dell’Australian Superbike Jamie Stauffer (caduto al “Southern Loop” con la Fireblade preparata da Motologic ed iscritta sotto le insegne del Team Honda Racing, formazione di riferimento Honda Australia dell’ASBK), ma soprattutto Max Neukirchner, suo malgrado incappato in un brutto volo alla “Swan Corner” da oltre 200 orari che immette sul rettilineo dei box, trasportato al centro medico di Phillip Island per tutti gli accertamenti del caso. Leon Haslam secondo con Honda Ten Kate Tante cadute, nessun problema invece per i nostri Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet) e Michel Fabrizio (Aprilia Red Devils Roma), a braccetto rispettivamente in quinta e sesta posizione a precedere Tom Sykes, tornato in sella alla propria Kawasaki dopo il volo di giovedì scorso nei test pre-gara. Alle spalle del vice-Campione del Mondo in carica figurano nell’ordine Leon Camier (Crescent Suzuki), Sylvain Guintoli (Aprilia Factory) e Chaz Davies (BMW), chiude invece dodicesimo a 1″2 dalla vetta Carlos Checa, nuovamente in sella alla (bellissima) Ducati 1199 Panigale R del team Alstare dopo l’ostruzione intestinale che lo ha costretto alla resa nei test privati di settimana scorsa. Per completare il novero dei piloti italiani chiude 16° con la BMW di HTM Racing Ivan Clementi, 18° è Vittorio Iannuzzo su Grillini BMW, 20° Federico Sandi al secondo test con la Kawasaki Pedercini. Nel pomeriggio, a partire dalle 15:30, seconda sessione di prove per questa inaugurale giornata di test pre-gara a Phillip Island. eni FIM Superbike World Championship 2013 Test Phillip Island, Classifica Prove 1 di lunedì 18 febbraio 01- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’31.730 02- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.128 03- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 0.194 04- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.250 05- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.263 06- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 0.358 07- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 0.448 08- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.677 09- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.679 10- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – + 0.958 11- Jamie Stauffer – Team Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 1.219 12- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.283 13- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 1.811 14- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.016 15- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 2.315 16- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR – + 2.382 17- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 2.769 18- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 3.081 19- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.842 20- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 4.211

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy