Superbike: il ritorno di Brett McCormick a Silverstone

Superbike: il ritorno di Brett McCormick a Silverstone

Tornerà nel circus del Mondiale dopo 3 mesi di stop

Commenta per primo!

A tre mesi abbondanti dal grave incidente di Gara 2 al TT Circuit Van Drenthe di Assen, il giovane pilota canadese Brett McCormick, campione Superbike nazionale 2011 con 6 vittorie su 7 gare disputate, si appresta a tornare in sella ad una delle tre Ducati 1198 del Team Effenbert-Liberty Racing. “The Kid”, trascorsi nella Superstock 1000 FIM Cup e AMA Superbike (ha corso con il pluri-decorato team di Michael Jordan), ha completamente recuperato dalla frattura della 5° e 6° vertebra cervicale (senza interessamento del midollo) ed una frattura lombare, mostrandosi felice di tornare nel circus del WSBK a partire da Silverstone.

E’ stato per me molto duro stare lontano dalle gare in questi mesi“, spiega Brett McCormick. “Non è stato facile seguire i miei colleghi in televisione, ma con un infortunio serio come il mio non ho potuto davvero fare altro. Quando ho iniziato a stare meglio, mi è cresciuta la voglia di tornare, in virtù anche della grande energia che mi sentivo e sento dentro. Nelle ultime settimane gli allenamenti in sella alla mia moto da cross mi hanno reso, se possibile, ancora più impaziente.

Fisicamente ho recuperato al 100%, le radiografie di circa due settimane fa hanno dato infatti riscontro positivo. La frattura subita alla schiena si è perfettamente saldata, tanto da potermi permettere di tornare in moto senza preoccuparmi del danno subito ad Assen, il pollice, fratturato sempre in Olanda, ha recuperato, dopo l’ottimo intervento chirurgico, la sua naturale funzionalità.

Ogni mattina mi rendo conto che la felicità è poter scendere dal proprio letto e camminare: dopo essermi rotto il collo, ho aperto gli occhi, apprezzando il valore delle piccole cose alle quali prima non prestavo particolare attenzione. Il lato positivo è stato che la mia riabilitazione ha coinciso con il periodo estivo, questo mi ha concesso di allenarmi all’aria aperta con bicicletta e motocross.

Ora sto facendo il conto alla rovescia delle ore che mi separano dal varcare nuovamente l’oceano e tornare finalmente a correre. La mia speranza è poter riprendere da dove ho lasciato, quindi avere quel feeling con la mia Ducati che avevo cominciato a sviluppare proprio nel week end olandese. Sono ansioso naturalmente di poter riabbracciare tutto il mio team che in questi mesi mi è stato davvero molto vicino. A Silverstone sarà una gioia ritrovare i loro sorrisi.”

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy