Superbike: il mondiale presenta le novità della stagione 2012

Superbike: il mondiale presenta le novità della stagione 2012

Calendario, nuove squadre e Brand Identity

Commenta per primo!

Mercoledì scorso, presso il Paddock Show SBK, presente per la prima volta all’EICMA di Milano, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della Stagione 2012 del Mondiale Superbike. A fare gli onori di casa è stato ovviamente il CEO di Infront Motor Sports Paolo Flammini, il quale ha colto l’occasione per annunciare le interessanti novità del prossimo anno. Un appuntamento “fuori stagione”, come sottolinea Flammini, che non è affatto casuale per il Mondiale Superbike, visto lo stretto rapporto che lega la serie con la produzione ed il mercato motociclistico. L’aggiunta senza dubbio più importante al Mondiale è rappresentata dal round di Mosca, in programma dal 24 al 26 agosto prossimo. Una novità assoluta questa, visto che nessuna competizione motociclistica internazionale era mai sbarcata sul territorio russo. Quattro delle quattordici piste in calendario ospiteranno inoltre una sessione di test ufficiali. La prima di queste sarà Phillip Island che, come lo scorso anno, darà la possibilità ai piloti di scendere in pista nella settimana precedente l’esordio stagionale. Gli altri tracciati in questione saranno MotorLand Aragón, il già citato Moscow International Raceway (con test il mercoledì precedente il round) ed Imola, con prove nel lunedì successivo la gara. Flammini ha inoltre dato il benvenuto a tre team che il prossimo anno parteciperanno alla stagione Superbike,: Crescent Suzuki (che ha già partecipato nel 2011 all’evento di Silverstone), il quale avrà tra le sue file Leon Camier ed un secondo pilota ancora da ufficializzare, ParkinGO, che schiererà il Campione in carica della Supersport Chaz Davies e il neonato Team Roma Ducati con Niccolò Canepa. Il creatore ed ideatore della Superbike ha inoltre ricapitolato i principali cambiamenti a livello tecnico e regolamentare, ovvero la limitazione ad una sola moto per pilota al fine del contenimento dei costi, l’utilizzo dei cerchi da 17” e lo stop invernale dei test che scatterà dal 1° di dicembre e che si concluderà il 15 di gennaio. L’avvento della nuova “Brand Identity” SBK, con il nuovo logo ideato per i 25 anni della competizione porterà, a detta di Flammini, ulteriori modifiche a livello di immagine e di look della serie, ma ciò nonostante la serie rimarrà fedele alla filosofia originale che l’ha resa famosa in questo quarto di secolo di storia. Valerio Piccini 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy