Superbike Donington Gara 2: Spies ottiene la doppietta

Superbike Donington Gara 2: Spies ottiene la doppietta

La caduta di Haga riapre completamente il campionato

Commenta per primo!

Ben Spies vince anche gara 2 e riapre completamente il campionato, complice anche la caduta rovinosa di Noriyuki Haga (per lui presunta frattura di una vertebra) durante il quarto giro di gara. La manche incomincia con la leadership di Max Biaggi, autore di una partenza fulminea. Il suo primo posto dura però solamente una curva, poiché Ben Spies si appropria della gara già alla successiva, iniziando a spingere molto forte e sin da subito col passo di gara 1. Il pilota romano del team Aprilia Superbike sembra più in difficoltà rispetto alla prima manche, e vede il suo distacco aumentare giro dopo giro. Intanto da dietro Noriyuki Haga passa sia Haslam che Nakano, e si ritrova in terza posizione. Dal secondo giro in poi, comincia l’ecatombe di piloti: Shinya Nakano è autore di uno spettacolare highside mentre Rea perde l’anteriore alla Goddard’s e Smrz esce di pista al Melbourne Hairpin.

Al terzo giro è il turno di Max Biaggi, che perde il davanti della moto sempre nella stessa curva, ed è autore di una manovra pericolosa nel tentativo di rientrare in pista quando si scontra col connazionale Alex Polita all’uscita del tornante, non avendogli lasciato strada libera. Nella tornata successiva avviene la svolta: Noriyuki Haga esce clamorosamente di scena con un brutto incidente alla Coppice, con la moto che gli cade addosso. Il giapponese verrà trasportato quindi al centro medico ma il peggio sembra scongiurato.

Fuori anche un altro pilota Ten Kate, lo spagnolo Carlos Checa durante il quinto giro.
La gara quindi assume una piega completamente diversa, con Spies che mantiene un vantaggio sugli inseguitori costantemente di 6 secondi, mentre dietro di lui Leon Haslam deve vedersela con Michel Fabrizio e Shane Byrne per il secondo gradino del podio. Il pilota del team Stiggy con grande forza di volontà riesce a resistere agli attacchi prima dell’inglese e poi dell’italiano, riuscendo ad ottenere un ottimo risultato per il team dopo la difficile prestazione di gara 1. Occasione sfumata per “Shakey” di ottenere un altro podio, pur avendo provato fino alla fine il sorpasso ai danni di un Fabrizio molto tenace e combattivo a dispetto delle difficoltà del weekend.

Quinto al traguardo è l’altro pilota ufficiale Yamaha, l’inglese Tom Sykes, il quale nel finale era riuscito a colmare quasi completamente il gap con il terzetto davanti, ma non è riuscito nel finale ad entrare nella lotta per il podio. Dietro a lui c’è un altro inglese, ovvero l’inglese Leon Camier in sella alla YZF-R1 del team Airwaves GSE. Settima posizione per Ryuichi Kiyonari con l’unica Honda Ten Kate rimasta in pista, davanti all’altro inglese della squadra Airwaves GSE James Ellison e al buon Ruben Xaus con la BMW.
Decimo a sorpresa, e primo delle Kawasaki, è la wild card Simon Andrews del team MSS Colchester.

Misero punticino per Jonathan Rea, rientrato in pista dopo l’incidente di inizio gara e triste ventunesimo posto per Max Biaggi, anche alla luce dell’ottima prestazione in gara 1. Noriyuki Haga resta il leader della classifica generale, ma il suo vantaggio nei confronti di Ben Spies si riduce drasticamente fino a 14 lunghezze.

HANNspree Superbike World Championship 2009
Donington Park, Classifica Gara 2

01- Ben Spies – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – 23 giri in 35’14.788
02- Leon Haslam – Stiggy Racing Honda – Honda CBR 1000RR – + 6.622
03- Michel Fabrizio – Ducati Xerox Team – Ducati 1198 F09 – + 6.816
04- Shane Byrne – Team Sterilgarda – Ducati 1198 RS – + 7.349
05- Tom Sykes – Yamaha World Superbike Team – Yamaha YZF R1 – + 8.145
06- Leon Camier – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 13.463
07- Ryuichi Kiyonari – Ten Kate Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 15.751
08- James Ellison – Airwaves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 16.837
09- Ruben Xaus – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 22.891
10- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 30.347
11- Lorenzo Lanzi – DFX Corse – Ducati 1198 RS – + 30.622
12- Matthieu Lagrive – Honda Althea Racing – Honda CBR 1000RR – + 31.562
13- Yukio Kagayama – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 32.148
14- Broc Parkes – Kawasaki World Superbike Racing Team – Kawasaki ZX 10R – + 32.607
15- Jonathan Rea – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 1000RR – + 32.806
16- Luca Scassa – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 34.269
17- Blake Young – Suzuki Alstare BRUX – Suzuki GSX-R 1000 K9 – + 40.644
18- Gregorio Lavilla – Guandalini Racing – Ducati 1198 RS – + 40.956
19- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 41.302
20- Troy Corser – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 42.856
21- Max Biaggi – Aprilia Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 47.769

Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy