Superbike Donington Gara 1: Sykes in rimonta, doppietta Ninja

Superbike Donington Gara 1: Sykes in rimonta, doppietta Ninja

Esaltante duello tra Sykes e Baz, Melanri 4°

Commenta per primo!

Un entusiasmante ed avvincente duello tutto in casa Kawasaki tra Tom Sykes e Loris Baz ha caratterizzato la prima gara del Mondiale Superbike a Donington Park. Sui saliscendi dell’East Midlands il Campione del Mondo in carica concretizza una rimonta capolavoro, torna sul gradino più alto del podio e, soprattutto, al comando della classifica di campionato con 11 lunghezze di vantaggio rispetto a Jonathan Rea (soltanto sesto all’esposizione della bandiera a scacchi), 21 a scapito del più giovane compagno di squadra. Partito non benissimo dopo una Superpole da dimenticare, “The Grinner” ai comandi della Kawasaki Ninja ZX-10R #1 ufficiale KRT si è ritrovato a dover iniziare una rimonta dalla 10° posizione al termine del primo giro: sorpasso dopo sorpasso, a suon di giri veloci, il portacolori Kawasaki Provec ha raggiunto il proprio team-mate Baz a 4 tornate dal termine.

Da quel momento in avanti Sykes e Baz, con una formidabile sequenza di 5 sorpassi-e-controsorpassi, si sono scambiati più volte il comando delle operazioni fino all’attacco decisivo dell’iridato in carica al penultimo giro, sufficiente per aggiudicarsi la terza vittoria di fila a Donington Park e mandare in visibilio il pubblico di casa. Ennesima “perla” di Tom Sykes, altrettanto rimarchevole il secondo posto di Loris Baz, a lungo in testa (e parte integrante del gruppetto in fuga sin dalle fasi iniziali della contesa), secondo sul traguardo e ora terzo in campionato scontando 21 lunghezze dal comando. Il talentuoso pilota francese, che proprio a Donington esordì nel 2012 da Factory Rider Kawasaki in sostituzione dello sfortunatissimo Joan Lascorz, proverà a rifarsi questo pomeriggio alle 15:00 (le 16:00 italiane) in Gara 2, proposito condiviso dal connazionale Sylvain Guintoli, scivolato in settima posizione alle spalle di Jonathan Rea per un’errata scelta (la SC1 rispetto all’univoca SC0 più “morbida”) in materia di pneumatici.

Il portacolori Aprilia sconta ora 28 punti di gap nel Mondiale lasciando il terzo gradino del podio ad un sempre più convincente Alex Lowes, dominatore lo scorso anno a Donington nel British Superbike (doppietta nelle due gare in programma), nella top-3 con la Suzuki GSX-R 1000 del team Crescent salvando il bilancio della compagine di Paul Denning dopo la caduta al 5° giro in piena “Esses Fogarty” di Eugene Laverty. Nello stesso punto, alla 16° tornata, si è ritrovato (nuovamente) a terra Davide Giugliano, sino a quel momento in bagarre con Baz e Lowes per il podio (e qualcosa di più). Ancora uno zero per il poleman, punti preziosi per Marco Melandri che chiude 4° con la Aprilia RSV4 Factory seppur staccatissimo dal gruppetto in corsa per la vittoria.

Con Leon Haslam (8°) e Toni Elias (9°) a completare il novero delle “Full Factory” nella top-10, decimo assoluto e vincitore di classe “EVO” (seppur “trasparente” ai fini classifica) un eccezionale Ayrton Badovini, in trionfo con la Bimota BB3 distanziando i duellanti al titolo David Salom (11°, Kawasaki Provec) e Niccolò Canepa (12°, Ducati Althea). Con Badovini e la Bimota che non prendono punti, guadagna 2 punticini Alessandro Andreozzi (Team Pedercini Racing), 1 Claudio Corti, 15° in classifica, 16° effettivo con la MV Agusta F4 RR del Yakhnich Motorsport. Alle 15:00 locali (le 16:00 italiane) il via di Gara 2.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Donington Park Circuit, Classifica Gara 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 23 giri in 34’23.929
02- Loris Baz Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.538
03- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 6.394
04- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 11.875
05- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 14.514
06- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 14.708
07- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 18.483
08- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 29.295
09- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 31.291
10- Ayrton Badovini – Team Bimota Alstare – Bimota BB3 – + 34.130 (EVO) *
11- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 46.953 (EVO)
12- Niccolò Canepa – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale R – + 47.170 (EVO)
13- Fabien Foret – MAHI Racing Team India – Kawasaki ZX-10R – + 1’02.583 (EVO)
14- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1’06.195 (EVO)
15- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’11.244 (EVO)
16- Claudio Corti – MV Agusta Reparto Corse Yakhnich Motorsport – MV Agusta F4 RR – + 1’12.643
17- Romain Lanusse – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’22.209 (EVO)
18- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – a 1 giro
19- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – a 1 giro
20- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – a 2 giri (EVO)

Le Bimota BB3 non prendono punti per la classifica di campionato

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy