Superbike: conclusi i test ad Aragon, vola la Kawasaki

Superbike: conclusi i test ad Aragon, vola la Kawasaki

Sykes il più veloce, novità per BMW ed Aprilia

di Redazione Corsedimoto

Questo pomeriggio ha avuto conclusione una due giorni di test presso il circuito MotorLand Aragón di Alcañiz, che ha coinvolto quattro team del Mondiale Superbike. Nonostante il sole abbia fatto capolino su questa parte della Spagna nei due giorni di prova, le temperature rigide ed il forte vento hanno condizionato le performance dei piloti in pista. Non ne hanno risentito più di tanto, a giudicare dai tempi (ufficiosi) fatti segnare, i due piloti del Kawasaki Racing Team Tom Sykes e Joan Lascorz. Il 26enne di Huddersfield (Regno Unito), in particolare, è apparso in uno stato di forma strepitoso ed è risultato il più veloce di questi test, grazie ad un crono di 1’57.2. Ricordiamo che la squadra ufficiale di Akashi ha già girato su questa pista lo scorso autunno.

Sempre parlando di velocità, di punta in questo caso, c’è da segnalare il motore con differenti specifiche montato sulle RSV4 del leader della classifica Max Biaggi e di Eugene Laverty, che debutterà ufficialmente sulle moto dell’Aprilia Racing Team in occasione del round di Monza, come nei piani della squadra ufficiale di Noale. Questo nuovo propulsore, che sembra garantire una velocità di punta ancora maggiore rispetto al precedente, è stato promosso da entrambi i piloti. Buone notizie anche per ciò che concerne le condizioni fisiche di Laverty, ancora in recupero dall’infortunio subito alla mano sinistra nei test di Phillip Island. “Norge” è sceso in pista ed ha compiuto un buon numero di giri, ma non è ovviamente ancora al 100% della forma.

Novità anche in casa BMW Motorrad Motorsport, caratterizzate da un nuovo motore, anch’esso studiato per garantire prestazioni migliorate a massimo regime, ed un nuovo forcellone studiato per eliminare le fastidiose vibrazioni segnalate dai due piloti Marco Melandri e Leon Haslam in Australia. Ha convinto la situazione a livello fisico di “Pocket Rocket”, autore del secondo miglior tempo di questi test grazie al crono di 1’58.2. Il figlio d’arte è quindi abile ed arruolato per il secondo round di Imola.

E’ sceso in pista anche David Salom, che come Laverty ed Haslam si era infortunato (frattura scafoide mano destra) nei test privati di metà gennaio scorso a Phillip Island, ma era riuscito comunque a scendere in pista per le due gare domenicali in terra australiana. Il pilota maiorchino ha compiuto soltanto 7 giri complessivi per testare il recupero della mano infortunata, che è apparsa in buone condizioni.

Ritorno in pista anche per Leandro Mercado, che di Salom è il compagno di squadra nel Team Pedercini, il quale invece ha dovuto saltare il primo round complice la rottura del radio del braccio destro rimediata durante un allenamento con la moto da cross a fine gennaio, in madrepatria. Il 19enne di Córdoba (Argentina), ha girato costantemente per tutte e due le giornate, mostrando una buona condizione di forma.

Superbike World Championship 2012
Test Motorland Aragon, Classifica riepilogativa dei 2 giorni

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’57.2
02- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’58.2
03- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’58.2
04- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’58.8
05- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 1’59.1
06- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’59.5
07- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 2’00.9

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy