Superbike: cadute eccellenti nei test di Phillip Island

Superbike: cadute eccellenti nei test di Phillip Island

Già in infermeria Sykes e Checa, a terra Badovini e Camier

Commenta per primo!

Inizia nel peggior modo possibile la stagione 2013 del Mondiale Superbike. Al Phillip Island Grand Prix la due-giorni di test privati pre-gara ha visto una serie innumerevole di cadute con quasi più piloti in infermeria che scesi in pista nella conclusiva giornata di prove. Già fuori gioco il vice-Campione del Mondo Tom Sykes (dolorante alla mano sinistra, ma tornerà in pista lunedì per i test ufficiali), l’ex iridato Carlos Checa (ostruzione intestinale) ed i giovani transalpini Loris Baz e Jules Cluzel (entrambi “a riposo” dopo le cadute di ieri), nell’odierna e conclusiva giornata di attività sul tracciato di Victoria altri tre attesi protagonisti del WSB sono incappati in rovinose cadute. Questo il caso di Leon Camier, a terra alla veloce piega sinistrorsa della “Swan” che immette sul rettilineo principale dei box, altrettanto per Jonathan Rea ed Ayrton Badovini, incappato in un brutto volo alla “Lukey Heights” con conseguente capatina in Ospedale per tutti gli accertamenti del caso che, fortunatamente, hanno escluso fratture ed ogni genere di infortunio. Marco Melandri con la BMW ufficiale Con lo schieramento di fatto dimezzato Leon Camier, caduta a parte, ha portato la Suzuki GSX-R 1000 del team Yoshimura in cima alla graduatoria dei tempi con un significativo 1’31″2, sotto al primato sul giro in gara siglato lo scorso anno da Max Biaggi in 1’31″785. Convincenti progressi per tutto il team Crescent Suzuki che si ritrova così davanti alla Aprilia RSV4 ufficiale di Sylvain Guintoli, il già menzionato Jonathan Rea (Pata Honda) e Marco Melandri, quarto ed accreditato di un miglior giro in 1’31″6, concentratosi sulla messa a punto della BMW S1000RR HP4 di BMW Motorrad GoldBet. Scala la classifica Michel Fabrizio con la Aprilia RSV4 del Red Devils Roma, abbastanza per chiudere davanti alle altre due RSV4 di Davide Giugliano (Althea Racing) ed Eugene Laverty (Aprilia Factory), in fondo alla graduatoria Chaz Davies (BMW) e le Ducati Panigale di Ayrton Badovini e Max Neukirchner. Con tutti i piloti del Mondiale si tornerà in pista lunedì e martedì prossimi per la due-giorni di test ufficiali pre-gara, ultima occasione di provare prima dell’esordio stagionale del 24 febbraio. Superbike World Championship 2013 Test Phillip Island, Classifica 2° Giorno 01- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1’31.2 02- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’31.3 03- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 1’31.4 04- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR HP4 – 1’31.6 05- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – 1’31.7 06- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 1’31.8 07- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – 1’31.9 08- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 1’32.1 09- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – 1’32.1 10- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – 1’32.2 11- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R – 1’32.6

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy