Superbike: caccia al secondo pilota Kawasaki

Superbike: caccia al secondo pilota Kawasaki

Dopo l’ingaggio di Chris Vermeulen di questi giorni

Commenta per primo!

La Kawasaki in prospettiva 2010 si è assicurata il “pezzo da 90”, Chris Vermeulen, pur sempre un pilota in grado di vincere un titolo in Supersport, chiuder in seconda posizione nella Superbike 2005 e conquistare un’affermazione in MotoGP. Con l’australiano i vertici Kawasaki Racing e del Paul Bird Motorsport sono convinti di poter realizzare quel salto di qualità mancato in questa stagione, nonostante notevoli investimenti e sviluppi sul piano tecnico.

A microfoni spenti molte personalità di spicco delle “Verdone” hanno rivelato come in questa stagione siano un pò… mancati i piloti. Tamada si è fatto notare per incredibili incidenti ed infortuni, mentre Broc Parkes ha altalenato buone prestazioni a gare sottotono, oscurato in alcune gare anche da Jamie Hacking e Sheridan Morais, sostituti in corsa sulla seconda Ninja.

Per questo che non è ancora sicuro al 100 % il rinnovo all’ex protagonista della Supersport, tanto che Paul Bird ha parlato (è cosa risaputa) con Shane Byrne e Tom Sykes, due piloti che gli ha avuti in squadra nel British Superbike (addirittura insieme nella stagione 2007 su Honda sotto le insegne del team Stobart).

Va detto che sia “Shakey” che Sykes hanno offerte interessanti da altri team, mentre per Makoto Tamada si potrebbe immaginare un ritorno in Giappone, dove a questo proposito la Kawasaki quest’anno ha istituito un vero e proprio test team con Akira Yanagawa (proprio lui, in lotta per il titolo dell’All Japan Superbike) e Olivier Jacque a dividersi il lavoro sul circuito di Autopolis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy