Superbike: BMW conclude il test di Eastern Creek

Superbike: BMW conclude il test di Eastern Creek

Opinioni contrastanti per Leon Haslam e Troy Corser

Commenta per primo!

Il primo step del 2011 in vista dell’inizio stagione del mondiale Superbike è terminato per il team BMW Motorrad Motorsport. Sul torrido tracciato di Eastern Creek (quaranta gradi centigradi nell’area per i primi due giorni, sull’asfalto si è arrivato addirittura oltre i sessanta) i due piloti Troy Corser e Leon Haslam hanno svolto una proficua tre giorni di test, ricavando preziose informazioni e continuando lo sviluppo della S1000RR. Le attenzioni principali di entrambi, e del team, si sono rivolte all’elettronica e a diverse regolazioni del telaio, delle geometrie e della forcella anteriore. “Sono abbastanza contento per i progressi fatti sulla mia moto”, commenta Troy Corser. “Abbiamo lavorato sull’elettronica, sulla trazione e sull’attivazione della ruota posteriore. In tutte le aree abbiamo fatto buoni passi avanti. Ho provato inoltre diversi setting del telaio, delle geometrie e del forcellone. Ci siamo concentrati su queste aree per poter avere delle informazione e per capire cosa fare se ci dovesse capitare la medesima situazione. I tempi sul giro sono migliorati di volta in volta parallelamente ai progressi sulla moto ed ai miglioramenti del tracciato. I tempi ottenuti in maniera agevole sono davvero ottimi per questa pista. Penso che con ciò che abbiamo appreso qui siamo davvero preparati per i test della prossima settimana, per ciò che concerne la messa a punto della moto . E’ stato bello tornare ad Eastern Creek, l’ultima volta che sono venuto qui è stato 18 anni fa, nel 1993. E’ stata una buona esperienza potervici correre con una Superbike.” Se Corser si è detto più che soddisfatto dei risultati ottenuti da queste prove, visto anche l’ottimo tempo di 1’29.5 fatto segnare, il compagno di squadra Leon Haslam è apparso un po’ cauto nelle dichiarazioni, sia per il secondo netto in più fatto registrare nel suo best lap, sia perché il pilota del Derbyshire non sembra aver trovato il giusto feeling con la 4 cilindri bavarese, a differenza di ciò che avvenne con la Suzuki nello scorso pre-stagione. “Abbiamo principalmente lavorato sull’elettronica” afferma Leon Haslam, “per provare semplicemente a farla funzionare a dovere. Ci siamo inoltre concentrati sulla messa a punto del telaio per ottenere un set-up di base, poiché in condizioni di caldo estremo la moto si comporta in maniera molto differente. Abbiamo avuto qualche problema, ma stiamo facendo progressi con la moto. Certamente vorresti sempre andar veloce e far sì che le cose avvengano più rapidamente. Ma abbiamo fatto numerosi test, e stiamo decisamente migliorando. Sono molto fiducioso del fatto che il team darà il 100% e questa sarà un’ottima cosa. Non vedo l’ora che arrivi il prossimo test a Phillip Island. Questo è un tracciato sul quale si disputerà un round, quindi lì sappiamo quali tempi dobbiamo far segnare. Sarà certamente una buona linea guida per noi. Dopodiché attenderò con impazienza l’inizio della stagione, una cosa è provare l’altra è gareggiare.  Tutto ciò che voglio è entrare in pista e competere e non manca molto, un mese soltanto. Fisicamente mi sento molto bene e il mio preparatore atletico verrà qui in Australia per due settimane ulteriori prima della gara.” Il test in programma il 2 e 3 febbraio prossimi sul tracciato di Phillip Island potrà dire di più riguardo al livello di competitività raggiunto dalla squadra di Monaco di Baviera, sulla pista che ospiterà il primo round di questa stagione 2011.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy