Superbike Assen Superpole: Tom Sykes ha fatto tredici

Superbike Assen Superpole: Tom Sykes ha fatto tredici

Rea e Laverty in prima fila, Guintoli in seconda

Commenta per primo!

Nove Superpole su 13 round nella passata stagione, al momento siamo a 2 su 3 quest’anno. Tom Sykes è sempre più “Mister Superpole”, mattatore del sabato al TT Circuit Van Drenthe di Assen ritrovandosi in testa in tutti i turni utili per il “time attack”, ma non solo: leader nella conclusiva sessione di qualifiche ufficiali, nelle ultime prove libere, in tutti e tre turni in Superpole con una progressione ecomiabile dall’1’36″242 della SP1 all’1’35″043 della decisiva SP3 passando per l’1’35″515 siglato nella SP2. Logica conseguenza ritrovare per il secondo anno consecutivo all’Università del Motociclismo di Assen “The Grinner” in pole, la tredicesima in carriera per il vice-Campione del Mondo in carica deciso domani nelle due gare in programma a ridurre lo svantaggio i 47 punti in campionato da Sylvain Guintoli, 4° e costretto a scattare dalla seconda fila preceduto dagli altri due piloti d’Oltremanica quali un pluri-vincitore ad Assen del calibro di Jonathan Rea (2° con la superstite Honda CBR 1000RR Fireblade Ten Kate iscritta sotto le insegne del Pata Honda World Superbike Team) ed Eugene Laverty, terzo con la prima Aprilia RSV4 Factory.

Con il meteo destinato domani a fare le “bizze” non sono escluse incursioni ai vertici del vincitore del Bol d’Or Loris Baz, quinto con un buon giro finale (e competitivo sul passo gara), ritrovandosi in griglia davanti ai nostri Davide Giugliano e Marco Melandri, a braccetto rispettivamente in sesta e settima posizione seguiti dalla Ducati 1199 Panigale R di Carlos Checa (8°) e Michel Fabrizio, 9° con la Aprilia RSV4 del team Red Devils Roma. Dalla quarta fila scatteranno invece Jules Cluzel (10°, ammesso per soli 96/1000 alla SP2) e le altre Panigale di Ayrton Badovini (ripresosi dopo il brutto volo delle ultime prove libere pre-Superpole) e Max Neukirchner, clamorosamente estromesso al primo “taglio” della SP1 invece il “mattatore” del weekend al MotorLand Aragón di Alcañiz Chaz Davies, rimasto ai box nei minuti cruciali della prima mini-sessione per un problema tecnico senza poter sfruttare a dovere una delle due Pirelli SC2 da qualifica proprio quando il già menzionato Cluzel in 1’37″258 aveva migliorato il suo best-time.

Fuori il gallese primo inseguitore di Guintoli in campionato, costretto domani a due gare tutte in rimonta sul tracciato dove vinse nel 2011 tra le Supersport, affiancato in una quinta fila tutta BMW dai nostri Ivan Clementi (14°) e Vittorio Iannuzzo (15°). Non hanno preso parte alla Superpole, esclusi tra i 15 eletti opportunamente selezionati nel doppio turno di prove ufficiali, Federico Sandi, Mark Aitchison ed un acciaccato Leon Camier (in piena top-10 nelle ultime prove libere, ma suo malgrado fermato stamane da un problema tecnico), con quest’ordine in sesta fila a completare uno schieramento risicato e con soli 18 partenti complici i forfait di Alexander Lundh e Leon Haslam: il primo con la clavicola sinistra fratturata nel corso delle ultime qualifiche, il secondo KO ieri con tre fratture alla gamba sinistra (tibia e perone) con tempi d’intervento e di recupero ancora da decifrare.

eni FIM Superbike World Championship 2013
TT Circuit Van Drenthe Assen, Classifica Tissot-Superpole (SP3)

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’35.043
02- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 0.596
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.771
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.930
05- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.123
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.283
07- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 1.287
08- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 1.395
09- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 2.527

La Griglia di Partenza

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
02- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
05- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory
07- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR
08- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R
09- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory
10- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
11- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R
12- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R
13- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR
14- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR
15- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR
16- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
17- Mark Aitchison – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1098R
18- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy