Superbike Aragon Superpole: Tom Sykes torna in pole

Superbike Aragon Superpole: Tom Sykes torna in pole

Tempone in Superpole, Laverty in prima fila

Commenta per primo!

Rieccolo, “Mister Superpole”. Costretto a stringere i denti a Phillip Island per l’infortunio al radio sinistro (e ad una costa) rimediato nei test privati pre-gara, Tom Sykes al MotorLand Aragón di Alcañiz è tornato il grande protagonista del sabato pomeriggio conquistando la prima Superpole stagionale, la dodicesima in carriera ritrovandosi settimo nella graduatoria “All Time” per pole position conseguite preceduto soltanto da nomi celebri (e di Campioni del Mondo) quali Troy Corser (43), Troy Bayliss (26), Carl Fogarty (21), Doug Polen (17), Neil Hodgson (16) e Colin Edwards (15). Con la propria Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiale “The Grinner” si è fatto bastare il suo primo ed effettivo unico tentativo, sufficiente per fermare i cronometri sull’1’56″339 lasciando a poco meno di 3/10 Eugene Laverty, fermo ai box nei concitati minuti finali dopo aver staccato il miglior crono in 1’56″631 nella “SP2”. Strategia perfetta per il vice-Campione del Mondo in carica deciso domani a recuperare terreno in classifica anche se, scorgendo il passo-gara, è proprio il pilota di nazionalità irlandese ad aver apparentemente qualcosa in più, pronto a scattare domani dalla prima fila nelle due manche in programma e difendere la leadership di campionato condivisa in coabitazione con il proprio compagno di squadra Sylvain Guintoli, 4° oggi e preceduto da Chaz Davies velocissimo con gomma da gara nella seconda mini-sessione della Superpole. Kawasaki, Aprilia e BMW ben rappresentate in prima fila, parla francese la seconda con il già menzionato Guintoli, il sempre più convincente “rookie” (nonchè vice-Campione del Mondo Supersport in carica) Jules Cluzel (5° con la superstite Suzuki GSX-R 1000 Yoshimura del team Crescent) e Loris Baz, sesto dopo un apprezzabile exploit (tutt’altro che isolato) della “SP2” con la seconda Ninja ufficiale KRT lasciando in terza fila un buon Davide Giugliano, Marco Melandri (in difficoltà “di feeling” con la Pirelli da Superpole) e Jonathan Rea. Secondo tempo per Eugene Laverty Scatteranno invece dalla quarta fila, “beffati” nella SP2 per una manciata di millesimi proprio da Marco Melandri (con gomma da gara) l’idolo di casa Carlos Checa e Leon Haslam, esclusi rispettivamente per l’inezia di 36 e 39 millesimi. Il Campione del Mondo 2011 sconta una Ducati 1199 Panigale R (per ammissione dei diretti interessati) ancora “acerba” per puntare costantemente alle posizioni di vertici dopo l’exploit di Phillip Island, mentre Leon Haslam paga una “giornata no” iniziata con il brutto volo di questa mattina riuscendo a precedere soltanto Max Neukirchner, dodicesimo e sceso per la prima volta sotto il muro dei 2 minuti nella SP1 con la Panigale preparata dal MR Racing di Mario Rubatto con la consulenza di Ralf Waldmann dai box. Fuori gioco invece al primo “taglio” gli ex-compagni di squadra in BMW Motorrad Italia e già Campioni della Superstock 1000 Ayrton Badovini (al rientro dopo l’infortunio subito a Phillip Island) e Michel Fabrizio (in difficoltà questo fine settimana con la Aprilia RSV4 del team Red Devils Roma), costretti a scattare dalla quinta fila insieme allo scandinavo Alexander Lundh, “ripescato” in Superpole complice il forfait di Leon Camier, ma suo malgrado fermo dopo pochi minuti con il motore in fumo della propria Kawasaki Ninja ZX-10R. Lo svedese dai trascorsi in Moto2 e Supersport scatterà in ogni caso davanti al proprio compagno di squadra al Team Pedercini Federico Sandi (16°), Ivan Clementi (17 con la BMW S1000RR di HTM Racing) e Vittorio Iannuzzo (19° su Grillini BMW), mentre tra di loro si è inserito il rientrante Mark Aitchison con la Ducati 1098R “recuperata” dal Team Effenbert-Liberty Racing, 18° in griglia. Domani alle 12:00 e 15:30 le due gare in programma. eni FIM Superbike World Championship 2013 MotorLand Aragón, Classifica Tissot-Superpole (SP3) 01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 1’56.339 02- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 0.299 03- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 0.506 04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.147 05- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1.201 06- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 1.530 07- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1.636 08- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 1.929 09- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 5.274 La Griglia di Partenza 01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 02- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory 03- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR 04- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Kawasaki ZX-10R 05- Jules Cluzel – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 06- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R 07- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory 08- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR 09- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR 10- Carlos Checa – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R 11- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR 12- Max Neukirchner – MR Racing – Ducati 1199 Panigale R 13- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R 14- Michel Fabrizio – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory 15- Alexander Lundh – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 16- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R 17- Ivan Clementi – HTM Racing – BMW S1000RR 18- Mark Aitchison – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1098R 19- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy