Superbike Aragon Gara 1: dominio Sykes, 1-2 Kawasaki

Superbike Aragon Gara 1: dominio Sykes, 1-2 Kawasaki

Baz secondo raggiunge in testa al mondiale Guintoli

Commenta per primo!

Limitati i danni in un problematico weekend vissuto a Phillip Island, al ritorno in Europa il Campione del Mondo in carica Tom Sykes non si è fatto attendere. Ventesima Superpole in carriera nella giornata di ieri, vittoria in Gara 1 al Motorland Aragón di Alcañiz, la prima affermazione stagionale, la 15esima (tutte con Kawasaki) nella serie iridata a soltanto 1 successo dai connazionali James Toseland e Neil Hodgson fermi, insieme a Giancarlo Falappa, a quota 16. Scattato benissimo dalla pole, “The Grinner” ha sapientemente gestito nei 17 giri di gara la propria Kawasaki Ninja ZX-10R e gli pneumatici Pirelli nella prima effettiva corsa disputatasi in piena mattinata (spegnimento del semaforo alle 10:30), rispettando i nuovi orari voluti da Dorna WSBK per la stagione 2014.

Sykes torna così sul gradino più alto del podio dopo soltanto quattro manche di “digiuno” (ma con la conquista del titolo lo scorso mese di ottobre a Jerez) in una Gara 1 trionfale per la casa di Akashi che concretizza una sensazionale doppietta grazie a Loris Baz, secondo e per la 7° volta in carriera (2 vittorie comprese) nella top-3, consegnando a Provec Racing sul proprio tracciato di casa un esaltante 1-2. Un gran risultato per il talentuoso pilota francese che si ritrova, a soli 21 anni compiuti, in testa al Mondiale con 51 punti ad ex-aequo con il più esperto connazionale Sylvain Guintoli, soltanto sesto sul traguardo in una corsa completamente da dimenticare per la Aprilia finita addirittura fuori dalla top-10 con Marco Melandri (11°), penalizzato da un’errata scelta di gomme.

La casa di Noale perde terreno in classifica, perde una grande occasione di salire sul podio invece la Ducati: 3° per gran parte della contesa, proprio all’ultimo giro Davide Giugliano è giunto al contatto con Jonathan Rea nel tornantino in fondo al lungo rettilineo ai box. Risalito in sella l’ex Campione Superstock 1000 ha poi concluso 8° lasciando il podio (primo stagione) a Jonathan Rea con la Honda CBR 1000RR Fireblade SP Ten Kate, seguito da Chaz Davies (4° in rimonta) ed Eugene Laverty, 5° dopo un’uscita di pista nelle fasi iniziali della contesa.

Apprezzabile settimo posto per Toni Elias con la Aprilia RSV4 Factory del team Red Devils Roma, in piena top-10 insieme a Leon Haslam (9°) e Alex Lowes (10°) mentre Leon Camier, convocato da BMW Motorrad Italia in sostituzione dell’infortunato Sylvain Barrier, si è assicurato il 12° posto e la vittoria di classe “EVO” davanti ad un ottimo Ayrton Badovini, 14° (ma senza prender punti per la classifica) con la debuttante Bimota BB3 del Team Alstare vincendo la volata con David Salom (Kawasaki). Senza contare le due Bimota, sfiora la zona punti Luca Scassa, chiude 19° Alessandro Andreozzi, fuori dai giochi Niccolò Canepa (al 4° giro), Michel Fabrizio (al 9°) e Claudio Corti per un problema tecnico alla propria MV Agusta F4 RR. Alle 13:10 Gara 2.

eni FIM Superbike World Championship 2014
Motorland Aragón, Classifica Gara 1

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 17 giri in
02- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 4.275
03- Jonathan Rea – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 8.418
04- Chaz Davies – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 15.715
05- Eugene Laverty – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GX-R 1000 – + 19.305
06- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 21.998
07- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 24.018
08- Davide Giugliano – Ducati Superbike Team – Ducati 1199 Panigale R – + 27.894
09- Leon Haslam – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 29.077
10- Alex Lowes – Voltcom Crescent Suzuki – Suzuki GX-R 1000 – + 29.863
11- Marco Melandri – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 34.820
12- Leon Camier – BMW Motorrad Italia Superbike Team – BMW S1000RR – + 35.255 (EVO)
13- Ayrton Badovini – Team Alstare – Bimota BB3 – + 43.934 (EVO) *
14- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 43.975 (EVO)
15- Jeremy Guarnoni – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 46.721 (EVO)
16- Sheridan Morais – IRON BRAIN Grillini Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 56.619 (EVO)
17- Christian Iddon – Team Alstare – Bimota BB3 – + 58.222 (EVO) *
18- Luca Scassa – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’16.469 (EVO)
19- Aaron Yates – Team Hero EBR – EBR 1190RX – + 1’35.047
20- Imre Toth – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 1’48.427
21- Alessandro Andreozzi – Team Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’51.222 (EVO)
22- Peter Sebestyen – BMW Team Toth – BMW S1000RR – + 2’01.152 (EVO)

* Le due Bimota BB3 corrono senza prender punti per la classifica di campionato

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy