Superbike: Airwaves GSE wild card a Donington Park

Superbike: Airwaves GSE wild card a Donington Park

In azione con Leon Camier e James Ellison dominatori del BSB

Commenta per primo!

Lo scorso anno il team Airwaves GSE, con le Ducati 1098, non ha potuto prender parte alle gare di Brands Hatch e Donington Park del Mondiale Superbike come wild-card ufficialmente per la difficoltà di preparare le moto secondo le specifiche del campionato iridato (per differenze a livello di pesi e flange). Quest’anno, tuttavia, non ci son di questi problemi, e la squadra di Darrell Healey tornerà a far capolino nel WSBK dopo un’assenza di cinque anni, considerando che dal 2003 non è più presenza fissa quando correva sotto le insegne HM Plant con piloti quali James Toseland e Chris Walker (prima anche con Neil Hodgson, biennio 2001-2002).

GSE Racing sarà in azione a Donington Park con le Yamaha YZF R1 affidate a Leon Camier e James Ellison, rispettivamente in prima e seconda posizione di campionato e, all’apparenza, in grado di risultare gli “arbitri” del confronto tra Ben Spies e Noriyuki Haga. D’altronde Leon Camier, giovane che ha concretizzato il salto di qualità lo scorso inverno “liberandosi” dell’ingombrante presenza di Shane Byrne ai box, quest’anno ha vinto ben sei delle otto gare disputate, facilitato anche dall’infortunio proprio a Donington Park di Sylvain Guintoli, centrato da Joshua Brookes nel giro di formazione in griglia dopo che l’australiano era rimasto senza freni con la propria CBR 1000RR.

Fin da quando il team mi ha detto che avremmo corso da wild-card nel mondiale a Donington ho iniziato il mio personale conto alla rovescia“, ha detto Leon Camier. “Sarà davvero interessante valutare il nostro livello di competitività con i piloti del mondiale. Sarà dura, ma speriamo di poter puntare al podio“.

Per “Shafter” sarà un’opportunità per mettersi in luce sfruttando la competitiva YZF R1 preparata dal team GSE in collaborazione proprio con Yamaha Motor Italia, grazie ad una comunione di intenti trovata con la divisione europea dei Tre Diapason. Le loro moto sono praticamente delle “Spies-replica”, e come “ringraziamento” GSE offrirà i propri riferimenti alla squadra ufficiale Yamaha per facilitare il lavoro a Donington Park.

Quanto a James Ellison, lo scorso anno si era già visto in azione a Donington con la Honda del team Hydrex, cogliendo un ottimo quarto posto nella seconda manche spiccando anche il giro più veloce. In più quest’anno l’ex pilota della MotoGP ha vinto Gara 2 a Donington nel British Superbike per il ritiro (problemi tecnici) del suo compagno di squadra Camier.

Mi è sempre piaciuto correre a Donington Park, e dalla vittoria delle scorse settimane per me è diventato un tracciato ancor più speciale“, ha dichiarato Ellison. “Devo ringraziare la squadra per avermi concesso questa opportunità, d’altronde come wild-card hanno già vinto nel 2000 (con Hodgson, ndr) e spero di poter ripetere questi risultati“.

Ricordiamo che nel BSB vige il monogomma Pirelli, rendendo di fatto possibile questa “British Invasion” nel mondiale. Oltre a Airwaves Yamaha potrebbe esserci al via anche il team MSS Colchester Kawasaki con il sorprendente Simon Andrews, mentre è in forse la partecipazione dei team HM Plant e Hydrex.

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy