Superbike: a Silverstone Biaggi, Melandri e Checa Vs il Team GB

Superbike: a Silverstone Biaggi, Melandri e Checa Vs il Team GB

Decimo round con in palio punti importanti per il titolo

Tra Silverstone e Londra vi sono poco più di 100 kilometri di tragitto. Inevitabile che, nel paddock del mondiale Superbike, questo fine settimana per il decimo appuntamento stagionale si respiri il vero “spirito olimpico”, da riproporre domenica 5 agosto per una doppia-manche a squadre: la coppia tricolore composta da Max Biaggi e Marco Melandri a confronto con il “Team GB” senza scordarci di Carlos Checa, unico rappresentante della nazionale spagnola nelle posizioni di vertice, ma dominatore sul rinnovato tracciato “Arena GP” lo scorso anno. Due medaglie d’oro in palio domenica, ma soprattutto 50 punti preziosissimi in ottica campionato. La stagione del 25esimo anniversario della Superbike entra nella fase decisiva con un confronto per il titolo iridato più vivo che mai. Alla luce dei responsi dell’ultimo round, tra Max Biaggi e Marco Melandri si sono più soltanto 21 punti di differenza a vantaggio del penta-Campione del Mondo, in difficoltà nella “sua” Brno (due volte giù dal podio), deciso a trovar riscatto a Silverstone dove non è mai salito sul podio da quando si corre sul nuovo impianto inaugurato nel 2010. Il “Corsaro”, recentemente impegnato in una produttiva giornata di test al Mugello, conta insieme a tutta la squadra di risolvere il “morbo del chattering” che affligge la propria Aprilia RSV4 Factory, uno dei problemi riscontrati nel primo scorcio di campionato da Marco Melandri, decisamente il pilota del momento portando la BMW nell’olimpo del WSB. Cinque vittorie e otto podi, così si culla il “sogno mondiale” affrontando ogni week-end con lo spirito di sempre: pensare a gara per gara, ogni risultato è tutto di guadagnato. Il binomio Melandri-BMW ha tutto il potenziale per dar vita, ripensando alle difficoltà incontrate nei primi test dello scorso, ad una vera e propria “impresa”, con la prerogativa di non sbagliare a Silverstone dove è atteso protagonista Carlos Checa, tuttora in corsa per la riconferma campionato, con una buona possibilità di ben figurare nel week-end su di un tracciato favorevole alle pecualirità della propria Ducati 1198. Distante 67 punti dalla vetta, il Campione del Mondo in carica cercherà di destreggiarsi al meglio a Silverstone dove i sei piloti britannici hanno già espresso a gran voce i propositi ambiziosi per il week-end. Jonathan Rea, reduce dalla storica affermazione alla 8 ore di Suzuka con il team F.C.C. TSR Honda (la prima in 35 edizioni per un pilota britannico), nel 2010 concluse due volte alle spalle di Cal Crutchlow mentre, lo scorso anno, fu costretto alla resa per infortunio. Podi all’attivo a Silverstone anche per Leon Haslam (ormai fuori dai programmi BMW 2013) e Leon Camier (altro “reduce” dalla 8 ore di Suzuka, fuori gioco per problemi tecnici), una vittoria lo scorso anno in Supersport per Chaz Davies (sempre con il team ParkinGO), candidati come a Brno ad un week-end al vertice Eugene Laverty e Tom Sykes, determinato a riportare la Kawasaki sul gradino più alto del podio e proseguire la striscia infinita di Superpole conquistate nella giornata del sabato. Il “Team GB” all’attacco, ma occhio anche ai nostri portabandiera: oltre ai duellanti al titolo mondiale, a Silverstone nei recenti trascorsi in Superstock 1000 ben figurarono Davide Giugliano (Althea Racing), Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet), Niccolò Canepa (al rientro dopo lo stop forzato di Brno) e Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) così come Lorenzo Zanetti, da questo week-end affiancato al PATA Racing Team dal nuovo acquisto Sylvain Guintoli, pronto a tornare in sella dopo l’assenza di Brno per le ben note vicissitudini in seno al Team Effenbert-Liberty Racing che proseguirà con i riconfermati Jakub Smrz, Maxime Berger ed il rientrante canadese Brett McCormick. In assenza di wild card (nel BSB da quest’anno vige un regolamento lontano dalle specifiche FIM del mondiale), resterà di fatto irripetibile la pole siglata lo scorso anno da John Hopkins, deciso a dare una svolta alla propria stagione con il team Crescent Suzuki chiamato ad una “rivoluzione” tecnico-sportiva in ottica 2013. Cambierà qualcosa già nel fine settimana di Silverstone al Team Pedercini con Leandro Mercado, tornato tra le Superstock 1000, che lascerà la propria Kawasaki Ninja ZX-10R SBK per l’occasione all’australiano David Johnson, wild card a Phillip Island su BMW, protagonista del British Superstock 1000 (6° in campionato e vincitore a Oulton Park con la BMW di Carbontek Racing), presenza fissa delle principali Road Races tra Tourist Trophy e, settimana prossima, Ulster Grand Prix con il team Kawasaki McAdoo. eni FIM Superbike World Championship 2012 La Classifica dopo i primi 9 round 01- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 271.5 02- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 250.5 03- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 212.5 04- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – 204.5 05- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 187 06- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – 160 07- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 148 08- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – 110 09- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – 99 10- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – 93 11- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 87 12- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – 84.5 13- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 65.5 14- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 57 15- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – 56.5 16- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 43 17- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – 37.5 18- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 – 33 19- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198 – 30 20- Joan Lascorz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 17 21- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 14 22- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 9 23- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 9 24- Peter Hickman – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 7 25- Matteo Baiocco – Barni Racing Team – Ducati 1198 – 7 26- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – 6 27- Alex Polita – Red Devils Roma – Ducati 1198 – 4 28- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – 3 29- Mark Aitchison – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – 3 30- Joshua Brookes – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy