Pata Honda, tanto lavoro con la nuova elettronica

Pata Honda, tanto lavoro con la nuova elettronica

Rea e Haslam in difficoltà al MotorLand Aragon

Tanto potenziale, ma ancora tanto lavoro da svolgere. Il Pata Honda World Superbike Team (Ten Kate) ha affrontato una tre-giorni di test privati pre-gara al MotorLand Aragon di Alcaniz finalizzati allo sviluppo della nuova elettronica, incontrando più problemi del previsto nella ricerca di un buon compromesso per le due CBR 1000RR Fireblade affidate a Jonathan Rea e Leon Haslam. Distanti dall’imprendibile Tom Sykes con riferimenti cronometrici nell’ordine dell’1’59”, i due alfieri Pata Honda insieme allo staff Ten Kate cercheranno di trovare una soluzione domenica e lunedì prossimi in una supplementare sessione di test al Circuit d’Alcarras, l’ultima chiamata per presentarsi in buona condizione per il secondo appuntamento stagionale. “In questi test abbiamo fatto un confronto tra la nuova elettronica e quella adottata lo scorso anno, si vede che c’è del grande potenziale, ma allo stesso tempo non siamo riusciti a risolvere i problemi incontrati in Australia“, ha ammesso Jonathan Rea. “Ci restano ancora due giorni di prove ad Alcarras per trovare una soluzione, penso che possiamo riuscirci: tutta la squadra è al lavoro con gente preparata che sa dove intervenire per porre rimedio a questa situazione“. Leon Haslam Al ritorno in sella dopo un’operazione al piede sinistro infortunato lo scorso anno, Leon Haslam ha condiviso l’opinione del proprio compagno di squadra. “La nuova elettronica sicuramente ha del potenziale: il problema non è se andrà meglio rispetto alla precedente versione, bensì quando. Speriamo il più presto possibile, qui ad Aragon abbiamo fatto tante prove a questo proposito incontrando mercoledì diversi “bug” del sistema che non dovrebbero ripresentarsi più nei prossimi test ad Alcarras“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy