Marco Melandri: “Grandi progressi rispetto allo scorso anno”

Marco Melandri: “Grandi progressi rispetto allo scorso anno”

Scatterà dalla seconda fila a Phillip Island

Commenta per primo!

Con il miglior riferimento cronometrico in 1’30″814 conseguito con gomma morbida nella sessione di prove libere pre-Superpole, forse Marco Melandri si aspettava qualcosa di più dalla Superpole. Autore di un best lap in 1’30″931, lo stesso medesimo riferimento spaccato al millesimo di Tom Sykes, il ravennate prenderà il via domani dalla quinta posizione in griglia nelle due gare in programma, ma con tutte le ragioni per mostrarsi fiducioso: chattering e scivolata nelle seconde libere a parte, la costanza ed il passo per puntare in alto in sella alla propria BMW S1000RR HP4 ci sono tutte…

Ripensando allo scorso anno che avevamo faticato parecchio qui a Phillip Island, abbiamo fatto dei grandi progressi“, ammette Marco Melandri. “La Superpole non è andata male, quando ho visto il mio tempo sul giro ero sicuro di rientrare in seconda fila ed è andata così. Quello che per noi oggi è stato più importante è l’aver trovato un buon compromesso in vista delle due gare.

Con le gomme da gara riscontriamo chattering, ma siamo stati in grado di trovare una soluzione per tenere sulla distanza di gara. Siamo soddisfatti anche se con la gomma da Superpole forse ci aspettavamo qualcosa di più come miglioramento sul giro, ma va bene così.

Per quanto riguarda la scivolata, stavo cercando di fare due giri consecutivi con la gomma morbida da gara nell’eventualità di riprovarci in Superpole, lì al tornantino ho sentito tanto chattering e mi son ritrovato a terra, ma per fortuna è tutto OK. Per domani sono fiducioso, abbiamo un buon passo e costanza di rendimento, spero soltanto non ci sarà così tanto vento come oggi“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy