Marco Melandri: “Dimentichiamoci in fretta il week end”

Marco Melandri: “Dimentichiamoci in fretta il week end”

Primo doppio zero, ora a 9.5 punti da Max Biaggi

Commenta per primo!

In una “pazza” domenica di gare al Nurburgring, Marco Melandri ha rimediato il suo primo doppio-zero in carriera nel Mondiale Superbike. A terra nei primi giri di Gara 1 nel tentativo di recuperare posizioni, il pilota BMW Motorrad Motorsport è incappato in una caduta anche nella seconda corsa in programma al ‘Ring, fuori gioco quando si ritrovava in testa perdendo, senza alcun preavviso, l’anteriore della propria BMW S1000RR.

Una battuta d’arresto importante ai fini campionato, anche se tutto è ancora in gioco per il vice-Campione del Mondo in carica: complice la scivolata (e conseguente 13° posto) di Max Biaggi nella seconda manche, ora Marco insegue a soli 9.5 punti in campionato con 100 in palio nelle ultime quattro gare tra Portimao e Magny Cours.

Dobbiamo dimenticarci in fretta questo fine settimana“, afferma Marco Melandri. “Per la prima volta in carriera ho conseguito un doppio-zero: non mi era mai successo di non portare a termine due gare in una stessa giornata. Sono deluso con me stesso e, allo stesso tempo, dispiaciuto per la squara che ha lavorato duramente per consentirmi di raggiungere dei buoni risultati anche qui al Nurburgring.

In Gara 1 ho faticato parecchio a trovare grip al posteriore, perdevo troppo dagli altri piloti in percorrenza ed uscita dalle curve, così dovevo forzare più del solito in staccata: per questa ragione alla curva 8 ho esagerato, sono transitato sopra un avvallamento e ho perso l’anteriore.

Nella seconda gara, sinceramente, non so cosa sia successo. Ero in testa, mi son trovato bene con la moto, poi ad un certo punto ero in pieno rettilineo e ho perso l’anteriore. Tutto molto strano, ma c’è poco da dire: adesso dobbiamo pensare a Portimao e lasciarci alle spalle questo week-end perchè questo mondiale voglio vincerlo…“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy