Kawasaki ad Aragon “ritrova” Sykes, progressi per Baz

Kawasaki ad Aragon “ritrova” Sykes, progressi per Baz

Tre giorni di test positivi al MotorLand Aragon

In difficoltà a Phillip Island, vuoi per un tracciato da sempre considerato “ostico” alle caratteristiche della Ninja ZX-10R, vuoi per l’infortunio al polso sinistro rimediato nei test pre-gara, Tom Sykes è tornato protagonista nella tre-giorni di prove al MotorLand Aragon di Alcaniz risultando in 1’57″2 il pilota più veloce in pista. Impegnato in diversi test di sviluppo per conto di KHI e Provec Racing con aggiornamenti di motore e ciclistica, il vice-Campione del Mondo è tornato sui livelli della passata stagione nonostante, per sua stessa ammissione, non sia ancora al 100 % della forma fisica. “Penso che il mio polso sia all’80 % e la mia schiena al 98 %“, spiega Tom Sykes, “tutto sommato non è poi così male. Per quanto riguarda i test, nonostante la pioggia dell’ultimo giorno di prove siamo sostanzialmente riusciti a completare il nostro programma di lavoro. Stavo per effettuare un long-run quando si è presentata la pioggia, ma ad ogni modo abbiamo già dati e riferimenti importanti per il weekend di gara“. Loris Baz Significativi progressi ad Aragon anche per Loris Baz, presentatosi a queste prove a pochi giorni dall’aver preso parte ai “Pre Test” ufficiali del Bol d’Or a Magny Cours con il Team Kawasaki SRC. “Penso che questo test sia andato molto bene, anche perchè non abbiamo guardato ai tempi sul giro, bensì al passo gara. Ci sono stati dei progressi nel feeling sul davanti, purtroppo la pioggia non ci ha permesso di perfezionare la nostra ricerca di maggior trazione al posteriore. Ad ogni modo sono soddisfatto, specie della fiducia trovata in ingresso curva“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy