SBK Usa Superpole Tom Sykes 37° centro, la Kawasaki domina

SBK Usa Superpole Tom Sykes 37° centro, la Kawasaki domina

Il missile verde strappa le migliori posizioni sullo schieramento con Sykes e Rea. In Ducati il salto di Davide Giugliano retrocede il caposquadra Chaz Davies in 2° fila

Non ci sono più parole per esaltare la bravura sul giro secco di Tom Sykes. Il 29enne britannico della Kawasaki ha fulminato gli avversari anche a Laguna Seca assicurandosi la migliore posizione di partenza sullo schieramento del nono round del Mondiale. Fantastico il suo 1’22”155, a poca distanza dal suo record del 2014, 1’21”911 ottenuto quando le condizioni dell’asfalto del tracciato californiano erano assai migliori di adesso.

Sykes ha preceduto il compagno di squadra Jonathan Rea di appena 55 millesimi di secondo. Si ripete così lo stesso schieramento del precedente round di Misano con le due Kawasaki appaiate: lì campione del Mondo ribaltò la situazione con una partenza fulminante, vedremo cosa accadrà alle 23:30, orario di partenza di gara 1, con 25 giri da percorrere.

I due missili verdi precedono le Ducati di Davide Giugliano e Chaz Davies, primatista del venerdi e accreditato di un gran passo gara. La qualifica quindi è stata positiva per il romano ma crea problemi alla Rossa perchè dalla seconda fila non sarà facile per il britannico tenere testa a Rea, altrettanto consistente sul ritmo.

Per Tom Sykes sono 37 Superpole, la 7° in stagione in 9 gare. Gli avversari di oggi gli fanno un baffo, lui sta giocandosela con il mito del passato Troy Corser, specialista del giro tutto-o-niente fermo a 43 centri. Quest’anno è tardi, ma considerando che Sykes correrà anche le prossime due stagioni con la Kawasaki, l’obiettivo è destinato ad essere centrato molto presto.

In seconda fila scatteranno anche Xavi Fores (Ducati Barni) e Nicky Hayden (Honda). In terza, con lo spangolo Jordi Torres (BMW Althea) ci sono Lorenzo Savadori (Aprilia Iodaracing) staccato di 941 millesimi dalla pole e Niccolò Canepa (Pata Yamaha).

Il segreto di Jonatha Rea

Le prove del venerdi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy