SBK USA Libere 3 Il Cannibale Rea aumenta il ritmo

SBK USA Libere 3 Il Cannibale Rea aumenta il ritmo

Per il campione del Mondo miglior tempo nelle libere 3. Anche Chaz Davies e la Ducati molto consistenti: che duello! Alle 20:30 la Superpole

E’ stato Jonathan Rea il più veloce nella terza sessione di prove libere del round americano a Laguna Seca. Al termine dei quindici minuti disponibili il campione del Mondo ha dato la zampata, 1’23”412, a soli 9 millesimi dal primato ufficiale realizzato nel 2014 da Davide Giugliano con la Ducati.

DUCATI INCALZA – Chaz Davies, primatista del venerdi, però non molla. Il ducatista gallese ha compiuto undici giri, cioè è rimasto in pista per tutta la sessione senza soste ai box, tenendo un ritmo indiavolato con miglior passaggio proprio allo scadere, 1’23”436, pagando appena 24 millesimi all’iridato. Anche in America è un confronto Kawasaki contro Ducati, con le altre a fare contorno: terzo è Tom Sykes, con la seconda verdona, dietro c’è Davide Giugliano scudiero della Rossa. I migliori quattro sono racchiusi in tre decimi (e i tre davanti in soli 137 millesimi!) garanzia di una gara serrata. E siccome a Laguna Seca i sorpassi sono difficili, sarà oltremodo determinante la Superpole che scatta alle 20:30 ora italiana, le 11:30 locali. Il via di gara 1 alle 23:30, le 14:30 californiane.

ITALIANI – Chi potrebbe metterci il becco, forse, è Nicky Hayden, idolo degli appassionati di casa e due volte vincitore a Laguna Seca in MotoGP. Ha il 5° tempo ma a 430 millesimi, un divario considerevole su questa pista così particolare e corta, appena 3610 metri. A parte Davide Giugliano, gli altri italiani hanno frenato decisamente dopo un venerdi convincente. Alex De Angelis (Aprilia Iodaracing) è 9° a 0″800 da Rea, 11° Niccolò Canapa (Pata Yamaha) a 0″834, 14° Raffaele De Rosa a 1″321, solo 18° Lorenzo Savadori (Aprilia Iodaracing) a 1″878, 22° Gianluca Vizziello (Grillini Kawasaki) a 3″472. Chiude la fila 23° Fabio Menghi (VFT Ducati) a 4″300 che per il riacutizzarsi del dolore per le lesioni rimediate nei test in Australia, il febbraio scorso, non correrà.

Il segreto di Jonathan Rea

La cronaca del venerdi

Gli orari TV

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy