SBK Usa Libere 2 La Ducati martella ma il solito Jonathan Rea è lì

SBK Usa Libere 2 La Ducati martella ma il solito Jonathan Rea è lì

Chaz Davies velocissimo nel venerdi di Laguna Seca, Kawasaki vicinissima. Fantastico Lorenzo Savadori cade ma poi balza al 7° posto

Go Ducati! Chaz Davies respinge l’assalto del solito Jonathan Rea e chiude al comando il venerdi di Laguna Seca, affascinante teatro della nona prova del Mondiale Superbike. La Ducati #7 è scesa fino a 1’23”622, vicinissimo al primato della pista firmato due anni fa, sempre con la Rossa, da Davide Giugliano in 1’23”403. Eroe di giornata Lorenzo Savadori, caduto al Cavatappi dopo un quarto d’ora ma poi fantastico autore del settimo tempo al debutto assoluto sul difficilissimo tracciato californiano. Se non è un potenziale campione questo…

Jonathan Rea 2° tempo
Jonathan Rea 2° tempo

In un turno segnato da parecchi colpi di scena Davies si è ripreso il primato quando mancavano solo sette minuti alla fine, scalzando Rea comunque vicinissimo, appena 74 mllesimi. Qui il campione del Mondo, un anno fa, fu bastonato dallo stesso Davies (doppietta) e anche dal compagno Tom Sykes ma stavolta il Cannibale ha tirato fuori i denti, deciso evidentemente a mettere al sicuro il bis Mondiale prima della lunghissima sosta estiva. L’altra Kawasaki comunque non è lontana, quarto tempo a 269 dalla vetta. La mina vagante del round americano è, com’era facile aspettarsi, l’idolo di casa Nicky Hayden balzato al terzo posto della classifica combinata con un convincente 1’23″866. Kentucky Kid ha corso l’unica volta nel Mondiale Superbike a Laguna Seca nel 2002, con miglior piazzamento quarto in gara 1

Dopo aver realizzato il giro veloce nella FP1 si è sgonfiato Alex Lowes volato via alla curva 3 arretrando al quinto posto della combinata di giornata. Nel finale di sessione si è dato una mossa Davide Giugliano risalito al sesto posto, a 356 millesimi dal caposquadra. I 26enne romano sta riprendendo confindenza con il tracciato dove un anno fa subì un gravissimo infortunio alla colonna vertebrale che pregiudicò il resto della stagione.

Chaz Davies subito al top
Chaz Davies subito al top

Niccolò Canepa chiude la fila dei dieci qualificati direttamente alla FP2, sabato alle 20:55 ora italiana. Tutti gli altri dovranno passare dalle forche caudine di FP1, compresa la MV Agusta di Leon Camier che almeno sembra aver risolto i problemi tecnici che l’avevano tenuta a lungo ferma nella prima ora di prove. Gara 1 (25 giri) partirà alle 23:30 italiane di sabato, rivincita domenica stessa ora.

Qui la cronaca di FP1 

Le gomme arrivate in ritardo

Gli orari TV del round Usa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy