Superstock 600 Portimao Gara: VD Mark batte Russo

Superstock 600 Portimao Gara: VD Mark batte Russo

Ora l’olandese vanta 7 punti di vantaggio in classifica

Commenta per primo!

Il miglior modo per celebrare l’ingaggio con il team ufficiale Honda per la stagione 2013 del Mondiale Supersport, ma anche e soprattutto per presentarsi al decisivo round dell’Europeo Superstock 600 in programma tra due settimane a Magny-Cours in testa alla classifica. Michael van der Mark, giovane talento olandese schierato nella serie continentale under-24 dal Ten Kate Junior Team, all’ conquista la quinta affermazione stagionale, la nona in carriera in sole 20 presenze nella STK600 portando il proprio vantaggio in classifica di campionato a 7 lunghezze nei confronti del nostro Riccardo Russo, secondo sul traguardo ed in testa nelle battute iniziali della contesa.

Scattato non benissimo dalla pole, VD Mark dopo un primo giro “da infarto” (più volte ha rischiato il contatto con altri protagonisti del gruppetto di testa) ha ben presto recuperato il gap dal portacolori del Team Italia FMI sferrando l’attacco decisivo proprio a metà gara. Da quel momento in avanti, con una serie di tornate veloci, l’olandese di scuola 125 GP ha costruito ed amministrato un buon vantaggio nei confronti di Riccardo Russo il quale le ha provate davvero tutte nel tentativo di riportarsi al comando, salvo incappare in una sbavatura a tre tornate dal termine che ha posto la parola fine ad ogni speranza di riaggancio finale. Con questa affermazione van der Mark si presenterà dunque a Magny Cours il 6 ottobre prossimo con 7 lunghezze di vantaggio nei confronti del nostro portabandiera, chiamato ad una vera e propria missione per conquistare il titolo continentale Superstock 600: vincere e, allo stesso tempo, sperare in un piazzamento dal 3° posto in giù del rivale.

Non sarà facile per il talentuoso pilota campano vincitore di 4 gare quest’anno, nonostante le difficoltà e l’aver saltato il secondo turno di qualifiche ufficiali per un problema elettrico alla propria Yamaha R6 pur sempre sul podio, 2° a precedere l’aussie Adrian Nestorovic, terzo in rimonta dopo esser stato “spintonato” fuori traiettoria al primo giro proprio dal vincitore van der Mark. A seguire chiude in quarta piazza l’altra R6 del MTM Racing Team affidata ad un acciaccato Duwelz, buon quinto in recupero Franco Morbidelli a conferma del podio conseguito al Nurburgring con la Yamaha del Bike Service Racing Team con complessivamente ben 5 italiani nei primi dieci: Christian Gamarino (Kawasaki Go Eleven, giunto al contatto al primo giro con Chesaux) ha concluso 7° seguito in fila indiana da Riccardo Cecchini (FRT) e Luca Vitali (Team Italia FMI), chiude 14° con due punticini in saccoccia Luca Salvadori (Team PATA by Martini), fuori dai giochi Francesco Cocco da questo week-end schierato dal Team Trasimeno. Tra due settimane gran finale a Magny-Cours all’insegna del confronto per la corona continentale STK600 tra Michael van der Mark ed il nostro Riccardo Russo.

Cronaca di Gara

La gara prende il via alle 17:40 locali con il neo-acquisto Honda per il Mondiale Supersport 2013 Michael van der Mark che scatta dalla pole affiancato in prima fila dal rivale nella corsa al titolo Riccardo Russo, Adrian Nestorovic e Christian Gamarino. Allo spegnimento del semaforo parte benissimo Russo, conquista l’hole-shot alla staccata della prima curva, ma alla successiva svolta della curva 3 arriva fuori traiettoria e cede momentaneamente la leadership a Duwelz scattato benissimo dalla seconda fila. Si va verso la curva 4 e si registra il primo contatto della contesa tra Gamarino e Chesaux con proprio quest’ultimo ad avere la peggio ritrovandosi mestamente a terra. La gara prosegue e alla staccata del seguente tornantino succede di tutto: Russo e VD Mark arrivano fuori dalla traiettoria ideale, ma Ricky 84 riesce a chiudere la curva e si ripresenta al comando davanti a Duwelz, Morbidelli scattato benissimo e proprio il rivale VD Mark. L’olandese prevedibilmente prova subito a recuperare terreno, ma alla curva 10 esagera in staccata riuscendo sì a riprendersi il terzo posto, ma con il risultato di portar fuori pista l’incolpevole Nestorovic con Morbidelli nel mezzo di questa bagarre. Va così in archivio il primo giro con Russo leader, in pieno rettilineo van der Mark passa Duwelz, dietro Schacht sfila per il quarto posto Morbidelli con Jones, Vitali, Calero, Mulhauser ed il già menzionato Nestorovic a completare la top-10.

Si prospetta l’ennesimo duello tra Russo e VD Mark, la conferma arriva al terzo giro con quest’ultimo che raggiunge il talentuoso pilota campano preparandosi a sferrare l’attacco. Mentre Vrajitoru e Willcox salutano la compagnia, alla staccata in fondo al rettilineo dei box nel corso del 4° giro VD Mark ci prova su Russo addirittura all’esterno, ma l’alfiere del Team Italia FMI resiste con pieno merito e titolo all’interno. Si incrociano le traiettorie, si arriva ad un soffio dal contatto (specie alla curva 11 con una staccata al limite del buon Michael), ma per il sorpasso bisogna attendere il quinto delle dieci tornate previste: in fondo al rettilineo dei box van der Mark attacca-e-passa Russo, missione compiuta per il pilota olandese. Compreso il momento, Russo con decisione tiene testa alla Honda #60, ma un’imbarcata all’uscita della prima curva a 4 giri dal termine gli fa perdere il contatto con il rivale.

Ricky non ci sta a deporre le armi, prova ad inventarsi qualcosa, ma il risultato è di arrivare ben oltre la traiettoria ideale nella percorrenza della curva 5 a 3 giri dal termine lasciando in un sol colpo oltre 3″, sufficienti per vedersi riagganciato da un rimontante Nestorovic con Duwelz e Morbidelli poco staccati. Con grinta e determinazione Russo resiste al secondo posto, ma Michael van der Mark transita in solitaria all’esposizione della bandiera a scacchi conquistando la quinta affermazione stagionale ed un vantaggio di 7 punti in campionato. Completa il podio (il primo personale in carriera nell’EuroStock 600) Adrian Nestorovic, a seguire Gauthier Duwelz, Franco Morbidelli (5°), Alex Schacht con i nostri Christian Gamarino, Riccardo Cecchini e Luca Vitali a braccetto dalla settima alla nona posizione, due punticini anche per Luca Salvadori (14°), fuori gioco Francesco Cocco all’esordio da portacolori del Team Trasimeno.

Superstock 600 European Championship 2012
Autódromo Internacional do Algarve di Portimão, Classifica Gara

01- Michael van der Mark – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 600RR – 10 giri in 18’19.861
02- Riccardo Russo – Team Italia FMI – Yamaha YZF R6 – + 5.992
03- Adrian Nestorovic – Team MTM Racing – Yamaha YZF R6 – + 6.055
04- Gauthier Duwelz – Team MTM Racing – Yamaha YZF R6 – + 7.133
05- Franco Morbidelli – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 7.401
06- Alex Schacht – Schacht Racing SBK ONE – Honda CBR 600RR – + 10.991
07- Christian Gamarino – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 10.998
08- Riccardo Cecchini – FRT – Honda CBR 600RR – + 11.478
09- Luca Vitali – Team Italia FMI – Yamaha YZF R6 – + 11.779
10- Robin Mulhauser – RivaMoto Junior Team – Yamaha YZF R6 – + 11.790
11- Nacho Calero Perez – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 18.454
12- Christophe Ponsson – MRS Racing – Kawasaki ZX-6R – + 25.365
13- Sebastien Suchet – Team B.S.R. – Honda CBR 600RR – + 27.105
14- Luca Salvadori – Team PATA by Martini – Yamaha YZF R6 – + 33.147
15- Corey Snowsill – Team Go Eleven – Kawasaki ZX-6R – + 38.539
16- Mike Jones – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 41.714
17- Jake Lewis – Racedays – Kawasaki ZX-6R – + 52.841

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy