Superstock 600 Magny Cours Gara: Metcher vince a sorpresa

Superstock 600 Magny Cours Gara: Metcher vince a sorpresa

Egea e Guarnoni a contatto, Lombardi sul podio

Commenta per primo!

Incredibile gara di chiusura della stagione 2010 per l’Europeo Superstock 600 a Magny Cours. In un rocambolesco finale Jed Metcher, australiano esordiente assoluto nella categoria, conquista la vittoria dopo il contatto che ha visto protagonisti Stephane Egea ed il campione 2010 Jeremy Guarnony, entrambi fuori gioco a due tornate dalla bandiera a scacchi. Andiamo con ordine: al via Egea, rivelazione della Supersport francese e chiamato dal Team ASPI per queste ultime gare stagionali della Stock 600, prende il comando lasciandosi alle spalle Guarnoni.

Il pilota di Tolosa si porta subito in testa dando vita ad un bel duello proprio con il giovane connazionale, con Jed Metcher terzo incomodo e, a tratti, in grado addirittura di passare in seconda posizione. Giro dopo giro ben presto si prende coscienza dei valori in campo, con Guarnoni ed Egea che prendono un minimo margine sul pilota australiano dando vita ad un’intesa battaglia durata ben 7 giri con, almeno, 5 occasioni di sorpasso e controsorpasso.

Traiettorie diverse, moto uguali nell’estetica con ben altro spunto velocistico (davvero un missile la R6 di Guarnoni), accumunati dallo stesso desiderio di vincere in casa. Jeremy Guarnoni, che si aspettava una “passerella d’onore” a Magny Cours complice l’assenza di Marino (promosso in Supersport) ed il titolo già intascato a Imola, si ritrova un nuovo antagonista in Stephane Egea, più combattivo che mai. Riesce il primo tentativo di sorpasso, ma il #11 ripassa subito alla prima accelerazione; ci riprova alla prima piega a sinistra dopo il traguardo, ma sempre il motore di Guarnoni fa la differenza. Decide così di inventarsi un pazzesco attacco all’esterno della 180°, ma serve a poco: “Jey” ne ha di più.

Tutto si gioca nel finale e al penultimo giro il colpo di scena: sempre alla 180° Stephane Egea si butta all’interno, cade e centra Guarnoni. I due si spiegano senza recriminazioni nelle vie di fuga, Jed Metcher passa indisturbato a va a vincere un successo insperato. Classe ’90, australiano arrivato solo quest’anno in Europa nell’IDM Superbike e poi Supersport, è stato chiamato alla vigilia di Magny Cours dal MTM Racing Team per sostituire Karlsen “promosso” tra le Stock 1000: mai si sarebbe aspettato di vincere così sul tracciato già conosciuto al Bol d’Or, dove ha corso tre settimane or sono con una Honda CBR 1000RR.

Vittoria quindi per Metcher, sul podio conclude Dino Lombardi che guadagna la terza posizione di campionato a svantaggio del compagno di squadra in Martini Corse Federico D’Annunzio (6° sul traguarod) e di Davide Fanelli, fuori gioco nelle concitate fasi iniziali, a terra anche a 5 tornate dalla bandiera a scacchi. Con Tony Covena ancora sul podio, 3° davanti al rientrante Joshua Elliott, è comunque una positiva giornata per gli italiani con il 15enne Francesco Cocco (Elle 2 Ciatti Racing) addirittura 9° alla terza gara nella categoria, 12° invece Luca Salvadori (Bike Service Racing Team) che ha esordito soltanto a Imola dopo una buona stagione nella R6 Cup tricolore.

Incredibilmente in casa è un flop per la Francia per un doppio autogol clamoroso: subito al via alla Adelaide maxi-crash con coinvolti Lanusse e Le Coquen (ed in un secondo momento anche Major), per finire con il celebre scontro tra Egea e Guarnoni. Per fortuna del campione 2010 il titolo era già matematicamente conquistato da Imola, l’ultimo per l’Europeo Superstock 600 under 20: dal prossimo anno porte aperte ai giovanissimi fino ai 22 anni di età, cercando un nuovo talento per il circus della Superbike.

Superstock 600 European Championship 2010
Magny Cours, Classifica Gara

01- Jed Metcher – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – 10 giri in 17’35.250
02- Dino Lombardi – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 5.913
03- Tony Covena – Econocom – Yamaha YZF R6 – + 12.227
04- Joshua Elliott – Racedays Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 13.236
05- Gauthier Duwelz – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 14.396
06- Federico D’Annunzio – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 15.279
07- Michael Van Der Mark – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 600RR – + 15.492
08- Nacho Calero – Orelac Racing – Yamaha YZF R6 – + 22.174
09- Francesco Cocco – Elle2 Promotion – Yamaha YZF R6 – + 30.433
10- Kevin Van Leuven – Start Racing Nieuwleusen – Yamaha YZF R6 – + 31.007
11- Tomas Krajci – TK Racing Slovakia – Yamaha YZF R6 – + 31.736
12- Luca Salvadori – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 32.831
13- Clive Rambure – Gentlemen Riders – Yamaha YZF R6 – + 33.104
14- Clement Chevrier – Coutelle Junior Team – Honda CBR 600RR – + 33.228
15- Mircea Vrajitoru – C.S.M. Bucharest – Yamaha YZF R6 – + 40.401
16- Morgan Esnault – Tecmas – Yamaha YZF R6 – + 40.768
17- Jonathan Martinez – Coutelle Junior Team – Honda CBR 600RR – + 41.948
18- Nelson Major – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 42.221
19- Davide Fanelli – All Service System by QDP – Honda CBR 600RR – + 1’08.778

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy