Superstock 1000: ultimo round della FIM Cup 2011 a Portimao

Superstock 1000: ultimo round della FIM Cup 2011 a Portimao

Non ci sarà Giugliano, Petrucci Vs Zanetti per il 2° posto

Commenta per primo!

Eletto campione 2011 della Superstock 1000 FIM Cup con un round d’anticipo, Davide Giugliano sarà il grande assente della conclusiva prova stagionale in programma questo fine settimana all’Autodromo do Algarve di Portimao. Centrato il traguardo inseguito da quattro anni a questa parte, il talentuoso pilota romano è stato promosso in Superbike: in Algarve correrà accanto al Campione del Mondo Carlos Checa, ponendo le basi per un 2012 di soddisfazioni nella classe regina tra le derivate di serie. Senza il numero 1 di questa stagione, la Stock 1000 offrirà non poche tematiche d’interesse a Portimao, a cominciare dalla sfida per il riconoscimento di “runner-up”. Grazie al successo di Magny Cours, il terzo stagionale e nelle ultime quattro gare, Danilo Petrucci in sella alla Ducati 1098R del Barni Racing Team vestita dei colori del Team Italia FMI è il grande favorito per concludere il campionato al secondo posto, vantando tuttavia soli 7 punti di margine su Lorenzo Zanetti (BMW Motorrad Italia), tornato protagonista in Francia dopo la sfortunata battuta d’arresto di Imola. Un confronto tutto tricolore per il titolo di vice-campione 2011 per un ultimo round che presenterà ben 33 piloti ai nastri di partenza con la possibilità, ancora una vola, per i nostri portabandiera di mettere a segno l’ennesimo successo e monopolizzare il podio. Oltre a Petrucci e Zanetti, si presenterà in Portogallo con legittime ambizioni il campione 2007 Niccolò Canepa, tornato protagonista nella serie con la Ducati Lazio MotorSport, quinto in campionato e all’attacco della quarta posizione detenuta dall’alfiere di BMW Motorrad Italia Sylvain Barrier, insieme al promettente Markus Reiteberger (8° con il Garnier alpha Racing Team alla stagione d’esordio nella FIM Cup e tra le 1000cc) e Sheridan Morais gli unici “stranieri” in una top-10 italiana. Punta a ben figurare a Portimao ovviamente anche Lorenzo Baroni, con la promozione di Giugliano in Superbike l’unico alfiere Ducati Althea nella Stock 1000, senza scordarci di Andrea Antonelli che si difende sempre nel miglior modo possibile con la Honda del Team Lorini nelle posizioni che contano. Da seguire con interesse anche il campione uscente della Stock 600 italiana Fabio Massei, senza scordarci di Marco Bussolotti (Kawasaki Pedercini) e Lorenzo Savadori (Kawasaki Lorenzini by Leoni) ormai a proprio agio tra le Superstock dopo anni (e titoli) nella 125cc 2 tempi. Tra i 33 partenti di Portimao, con uno sguardo in prospettiva 2012 (tante le novità attese da un punto di vista prettamente tecnico con l’esordio delle nuove Honda Fireblade e Ducati 1199 Panigale), non mancheranno Loris Baz, di ritorno nella categoria a Magny Cours con la Honda Ten Kate orfana di Ferruccio Lamborghini, assoluto protagonista lo scorso weekend ad Albacete nella prova unica del Campionato Europeo Superstock con la Kawasaki Palmeto Racing: 2° assoluto e vincitore della classifica “Junior” under-20. Proprio dalla penisola iberica correrà come wild card a Portimao il campione continentale 2010 ed ex-capoclassifica del CEV Stock Extreme Santiago Barragan (Kawasaki Extremadura Junior Team), andando a completare una pattuglia di agguerrite wild card insieme all’americano Taylor Knapp (Kawasaki CN Racing), il canadese campione SBK in madrepatria Brett McCormick (BMW Garnier alpha Racing Team) più Niccolò Rosso (BWG Racing Kawasaki), l’idolo di casa Sergio Batista (Kawasaki JAR Racing Team) e Danilo Andric Silva (BMW Limited Motorsport). Pur senza il campione 2011, a Portimao non mancheranno pertanto le tematiche d’interesse per la classe under-26, mai come quest’anno vetrina dei giovani talenti e, per nostra fortuna, prevalentemente di nazionalità italiana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy