Superstock 1000: risultato storico per gli italiani a Brno

Superstock 1000: risultato storico per gli italiani a Brno

Prime 6 posizioni in gara, non succedeva dal 2002

Commenta per primo!

Quest’anno l’Italia, di prepotenza, è tornata protagonista della Superstock 1000, merito di talenti che hanno deciso di intraprendere una carriera “a 4 tempi” guadagnandosi la fiducia di squadre professionali. A Brno il dominio tricolore nella FIM Cup è stato sancito con la conquista delle prime 6 posizioni in gara: alle spalle dei duellanti per la vittoria Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia, ad un passo dal titolo) e Lorenzo Zanetti (Ducati SS Lazio Motorsport, all’esordio assoluto) hanno concluso Andrea Antonelli (Honda Team Lorini), Daniele Beretta (BMW Motorrad Italia), Lorenzo Baroni (Ducati Team Pata B&G) e Michele Magnoni (Honda preparata da Bevilacqua).

Top-six tutta italiana come non succedeva addirittura dal 2002, nello specifico la gara di Misano Adriatico: vittoria di Gianluca Vizziello davanti a Vittorio Iannuzzo, Lorenzo Alfonsi, Ilario Dionisi, Alessandro Brannetti e Walter Tortoroglio.

Con sette italiani nelle prime 10 posizioni in classifica la Superstock 1000 è ormai un nostro “feudo”, con il bilancio di Brno che poteva esser ancor più positivo.

Marco Bussolotti, purtroppo, è caduto al primo giro con Marcin Walkowiak che non è riuscito ad evitarlo (passandogli sopra al piede destro). Poco dopo è stata la volta di Danilo Petrucci, centrato da Matthieu Lussiana, con Eddi La Marra scivolato e Davide Giugliano costretto al ritiro. Dodicesimo invece Nico Vivarelli, in crescendo con la KTM del team GoEleven.

Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy