Superstock 1000: penultimo (decisivo?) round a Magny Cours

Superstock 1000: penultimo (decisivo?) round a Magny Cours

Giugliano verso il titolo, occhio a Petrucci e Zanetti

Commenta per primo!

A Imola trionfo italiano, a Magny Cours per la riconferma. La Superstock 1000 FIM Cup affronterà il prossimo fine settimana un penultimo appuntamento stagionale potenzialmente decisivo per le sorti del campionato. Davide Giugliano, secondo a Imola, si presenterà sul tracciato francese vantando ben 41 punti di vantaggio nei confronti di Danilo Petrucci, 43 su Lorenzo Zanetti, unici piloti ancora in corsa per la vittoria finale, già in grado di salire sul gradino più alto del podio nell’arco di questa stagione Senza far troppi calcoli, a Davide Giugliano basterà un 7° posto a Magny Cours per conquistare, con una prova d’anticipo, la Coppa FIM 2011. Un risultato ampiamente alla portata del portacolori Ducati Althea, basti pensare che quest’anno ha mancato l’appuntamento con il podio soltanto a Silverstone (scivolato), chiudendo le altre 7 gare in 1° (4 vittorie) o 2° posizione. Un ruolino di marcia sensazionale per Giugliano prossimo alla promozione, sempre con Althea Racing, nel Mondiale Superbike, perchè no già a partire da Portimao con il titolo Stock 1000 in tasca… Proverà a rinviare la festa, e se possibile riaprire i giochi, Danilo Petrucci, forte del recente trionfo nel Campionato Italiano e nella FIM Cup a Imola: successo senza discussioni, ottima condotta di gara, quanto basta per scalzare dalla seconda posizione di campionato Lorenzo Zanetti, fuori gioco al terzo giro per una scivolata. Se resta difficile un riaggancio in testa alla classifica, tutto è ancora in gioco per il riconoscimento di “runner up” della serie tra “Petrux” e “Zorro”, con la possibilità a Magny Cours di ritrovare nella lotta per la vittoria anche Sylvain Barrier, pronto a dare il massimo sul circuito di casa. Da non sottovalutare anche il potenziale di Niccolò Canepa che proprio in Francia nel 2007 celebrò la conquista del campionato, il primo per la Ducati nella serie. A podio da tre gare consecutive con la 1098R del Lazio MotorSport, il talentuoso pilota genovese ex-MotoGP farà di tutto per tornare alla vittoria, ritrovandosi al momento 4° in campionato ad ex-aequo proprio con Barrier. Nel lotto degli attesi protagonisti per Magny Cours non mancano ovviamente un folto gruppo di piloti italiani d’assalto: da Lorenzo Baroni buon 4° a Imola completando il poker Ducati, passando per Andrea Antonelli (sfortunatissimo a Imola), il campione italiano Stock 600 in carica Fabio Massei (BMW Piellemoto), senza scordarci di Lorenzo Savadori (Kawasaki Lorenzini by Leoni), Eddi La Marra (che volo a Imola!) e Marco Bussolotti (Kawasaki Pedercini). Non ci sarà purtroppo al via Ferruccio Lamborghini, costretto alla resa per una clavicola che, da tempo, non sembra dargli tregua nonostante la buona performance di Imola. Per tutti l’obiettivo, come sempre, sarà quello di ben figurare a Magny Cours, tracciato dove lo scorso anno non mancarono le sorprese (vittoria in casa di Berger spezzando la “stagione perfetta” di Badovini) ed un’accesa battaglia per il podio con ben 7 piloti racchiusi in una manciata di centesimi, secondo tradizione ed essenza di una Superstock 1000 FIM Cup che parla quasi esclusivamente l’italiano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy